La Guida al Piacere porta in Emilia-Romagna

 | 

La Guida al Piacere porta in Emilia-Romagna


Tempo stimato di lettura: 2 minuti

immagine-5Dal boom degli street bar all’avvento della ristorazione- spettacolo, dalla riscoperta del tipico a quella del ballo in spiaggia, negli ultimi anni si è imposta l’Emilia Romagna come laboratorio di tendenze nel campo del “loisir” di qualità. Un primato che balza agli occhi anche sfogliando l’edizione 2010 della Guida al Piacere e al Divertimento di Roberto Piccinelli, sociologo che da 13 anni passa in rassegna locali notturni, ristoranti, osterie, disco bar, e luoghi di ogni genere.

L’Emilia Romagna è presente nella Guida con ben 277 locali recensiti (su un totale di 2.600), da Piacenza a Cattolica, e primeggia nelle speciali classifiche di Piccinelli con l’assegnazione di 9 “Oscar del Piacere” (18 categorie che spaziano dal divertimento in spiaggia alla cucina-spettacolo) e di 6 “Top Emotion” (dieci categorie di locali, da quelli per conquistare il partner a quelli per giocare).
“L’Emilia Romagna si rivela una regione che sa offrire sia qualità sia emozioni -sottolinea Piccinelli- valori importantissimi, entrambi, nell’ottica turistico-ludica del Terzo Millennio. Ancor più importanti se prendiamo in esame l’uomo dei giorni nostri: un uomo che va alla ricerca della qualità, ma che, grazie a internet, media e viaggi, ha visto e conosce tutto”.

E Piccinelli riconosce anche un altro aspetto precipuo dell’Emilia- Romagna, e cioè la capacità di fare sistema: “Qui si può notare un impegno comune -prosegue – una voglia di remare nell’unica, possibile, direzione vincente”. Ecco quindi segnalati la “Culatelleria” nel parmense, dove il nobile salume parmense e i suoi parenti stretti, come la culaccia, sono le vere superstar, o il locale per i fanatici della Vespa nel ravennate, con arredo in stile sixties e tinte pastello tipiche delle carrozzerie del famoso scooter. E ancora il locale poliunzionale nel reggiano ricavato da un vecchio fienile e la pizzeria dal design “country chic” a Milano Marittima, passando per il locale nel ferrarese “in odore di santità”, suddiviso in “ristorante inferno”, “pizzeria Purgatorio” e “pub Paradiso”, e il golf resort bolognese ospitato in un casale dell’800 arredato hi tech.

In 13 edizioni della pubblicazione, Piccinelli ha recensito qualcosa come 20.000 locali del Belpaese, selezionando sempre le nuove tendenze nascenti e le novità più curiose in materia di mode, cibo e vino, musica ed evoluzioni sociali. Per il 2010, sono 90 i locali che si sono meritati una delle 18 categorie degli “Oscar del Piacere”, mentre altri 50, ripartiti in 10 categorie, si ritrovano a far parte delle “Top Ten Emotion”, ovvero le location che sanno emozionare (per inf. www.piacereedivertimento.com).

***Gli Oscar del Piacere assegnati all’Emilia Romagna nel 2010
ART CAFE’ – Ex Forno (Bologna)
COUNTRY HOUSE – Casalunga Golf Resort (Castenaso-BO)
CRAZY PIZZA – Mi.Ma (Milano Marittima-RA), Ooh Pasillo (Rubiera-RE)
DISCO BAR – Sali e Tabacchi (Reggio Emilia)
DISCOTECHE – Pineta (Milano Marittima-RA)
HAPPY BEACH – Fantini Club (Cervia-RA)
PUB – Pousada Beijaflor (Milano Marittima-RA)
SHOW FOOD – Pacifico (Milano Marittima-RA)

La Top Five Emotion 2010 dell’Emilia Romagna
Per incuriosire: Culatelleria (Sanguinaro-PR)
Per spaventare – L’Amarissimo (Lido di Savio-RA). Rifugio degli Artisti (Dosso-FE)
Per giocare: Soqquadro (Reggio Emilia)
Per esibire: In Vespa (Marina Romea-RA)
Per trasgredire: Fuera (Rimini)

Autore:

Lascia un commento anche tu!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *