La Festa della Donna si celebra con l’Arte

 | 

La Festa della Donna si celebra con l’Arte


Tempo stimato di lettura: 2 minuti

1266569151952_logo-6-7-marzo

Festa della Donna 2010

Il 6 e 7 marzo, il MiBAC ( http://bit.ly/cn3Dri )celebra la Festa della Donna offrendo a tutto l’universo rosa un fine settimana di arte e di cultura, con ingresso gratuito nei musei, aree archeologiche, biblioteche ed archivi statali.
La donna è sempre stata soggetto di ispirazione nell’arte: corpo e spirito, passione e sentimento, amor sacro e amor profano, madre e amante.
Nei secoli le rappresentazioni artistiche hanno colto ogni sfaccettatura del suo intelletto, della sua bellezza, della sua eleganza, del suo essere archetipo stesso della dimensione umana. La donna, da musa ispiratrice, ha saputo conquistarsi nel corso del tempo un ruolo di protagonista nella stessa produzione e committenza artistica, fino a diventare interprete privilegiata delle vicende artistiche e culturali del XX secolo.

Protagonista della nuova campagna di comunicazione del MiBAC è stavolta il celeberrimo Bronzo di Riace, che, porgendo un mazzo di mimose, invita tutte le donne a visitare e riscoprire l’inestimabile patrimonio culturale italiano in occasione della loro festa.

In particolare nella nostra regione:
Il Museo Archeologico Nazionale di Parma (Palazzo della Pilotta) propone, per entrambe le giornate, “Donne imperiali, donne magiche, dee: la Dea neolitica, Isis, Agrippina, Livia e le altre”, percorso tra le sezioni del Museo per incontrare figure femminili da luoghi lontani nel tempo e distanti geograficamente.
Donne potenti, come la magica dea Isis in Egitto, donne della famiglia imperiale, come Livia, Drusilla e le Agrippine di Veleia, donne misteriose, come quella della statuetta di Dea neolitica rinvenuta a Vicofertile ed esposta a Parma.
Appuntamento il 6 e 7 marzo al Palazzo della Pilotta di Parma, dalle 9 alle 14. Ingresso libero per tutte le donne, euro 2,00 per gli altri senza dimenticare che per gli over 65 e under 18 il museo è sempre gratuito

Alla Villa Romana di Russi (Via Fiumazzo) visite guidate gratuite sul tema “Il ruolo della donna nel mondo romano” a cura di Archemilia S.A.S. di Baldassarre Giardina & C. In occasione della Festa della Donna il Dott. Baldassarre Giardina, archeologo e guida turistica abilitata per Ravenna e Russi, guida il pubblico alla scoperta delle tante curiosità che caratterizzavano la vita quotidiana dei personaggi femminili nell’antica Roma. Le visite si tengono sabato 6 marzo, alle ore 11 e 15, domenica 7 marzo, alle ore 15 e 16, lunedì 8 marzo, alle ore 15. Ingresso gratuito per tutte le donne a cui sarà offerto, al termine delle visite guidate, un simpatico omaggio.
Per prenotazioni ed info 3455806084, info@archemilia.it

Al Museo Archeologico Nazionale di Ferrara, domenica 7 marzo, alle ore 11, concerto ‘Frescobaldi Vocal Ensemble’ con Gianfranco Placci direttore

Vi aspettiamo anche nei nostri musei Marzabotto (BO) e Sarsina (FC) e nelle aree archeologiche di Veleia (PC) e Ravenna Classe, con le infinite testimonianze e diverse rappresentazioni della figura femminile che attestano il ruolo mai secondario della donna nel corso della Storia.

Per concludere vogliamo ricordare che, al di là di tutto, questo giorno, l’8 Marzo, Giornata Internazionale della Donna, intende ricordare sia le conquiste sociali, politiche ed economiche delle donne, che le discriminazioni e le violenze cui esse sono ancora fatte oggetto in molte parti del mondo.

Autore:

Lascia un commento anche tu!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *