[Parlami di tER #173] Indimenticabile Magali Noel, la Gradisca di Fellini

 | 

[Parlami di tER #173] Indimenticabile Magali Noel, la Gradisca di Fellini


Tempo stimato di lettura: Meno di un minuto

Ieri è scomparsa una delle icone del cinema di Federico Fellini: la cantante e attrice francese Magali Noel, l’indimenticabile Gradisca, femme fatale dalle curve sinuose strette in un avvolgente abito rosso.

“Federico mi telefonò a Parigi alle 2.30 di notte: ‘Magalotta, così mi chiamava, domattina alle 10 ti aspetto a Cinecittà’. Non sapevo nulla del ruolo ma il mattino dopo ero lì, non so come. Subito le prove con il costumista, che mi mise addosso una coperta di lana spessa che sembravo una botte. Andai da Federico così, a piedi nudi, e chiesi cosa dovevo dire o fare. ‘Niente, fai sci sci, smorfie, sberleffi, boccacce’. Alla fine del provino mi accorsi che dietro di me su una lavagna Federico aveva scritto: ‘è arrivata la Gradisca’ e tutti applaudirono”
[fonte: repubblica.it]

Ondeggiante e formosa, di una sensualità esplicita ma spontanea, così procace da non passare certo inosservata, Magali ha incarnato e portato sul grande schermo le fantasie adolescenziali del Maestro. Noi vogliamo ricordarla così: in due delle scene di Amarcord che l’hanno resa e la consacreranno per sempre uno dei personaggi più sensuali della storia del cinema italiano:

Autore:

Social Media Manager per @inEmiliaRomagna e mamma a tempo pieno.
Amo viaggiare, sia fisicamente che con la fantasia, grazie a film e libri, e celebro ogni giorno con un sorriso.

Lascia un commento anche tu!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *