I Musei di Qualità dell’Emilia-Romagna

 | 

I Musei di Qualità dell’Emilia-Romagna


Tempo stimato di lettura: 1 minuto

Ma lo sapevate che sono ben 130 i musei di qualità della regione? Qui a TER siamo andati a informarci un po’, e abbiamo scoperto che si tratta di un gruppo di musei (ma anche gallerie e pinacoteche) dedicati ai più svariati argomenti: arte, storia, archeologia, geologia, etnografia, gastronomia, prodotti tipici…Ce n’è per tutti i gusti, e per tutte le specificità del territorio (qui l’elenco completo).

Ma cosa significa concretamente? Un museo di qualità diventa tale quando acquisisce lo status di “museo riconosciuto”, ovvero quando possiede un articolato insieme di requisiti, stabiliti dalla regione Emilia-Romagna: dalla presenza di personale tecnico e scientifico all’applicazione di corrette metodologie di  gestione e cura del patrimonio, da una chiara visione delle proprie vocazioni ad un adeguato assetto finanziario, passando per  una serie di strumenti, dotazioni, servizi in grado di dare risposte di alto profilo qualitativo alle aspettative del pubblico.

Il processo di riconoscimento è stato avviato  dall’IBC (l’Istituto per i Beni artistici, culturali e naturali dell’Emilia-Romagna) nel  2009 e proseguito nel corso del 2010, appunto per stimolare le istituzioni museali a perseguire criteri di buona gestione, di efficacia operativa e di qualità dei servizi al pubblico.

Grazie a questo progetto, inoltre, si auspica che ogni museo tenda a sviluppare un senso di appartenenza ad un gruppo, e dunque ad esprimersi in una lingua comune e a condividere obiettivi collettivi e coordinati.

L’acquisizione dei requisiti è attestata da un marchio di identificazione, utile a consolidare l’immagine dei musei di eccellenza della regione e assicurarne la massima visibilità. Il logo, ispirato alle nove muse dell’arte classica, è stato scelto in seguito ad un concorso tra i giovani creativi emiliano-romagnoli.

L’IBC ha anche pubblicato un repertorio tascabile dei musei di qualità per il triennio 2010-2012, composto da una successione di schede: ogni museo è descritto da una scheda che ne evidenzia le peculiarità più rilevanti. Il repertorio è attualmente in fase di aggiornamento, per aggiungere gli ultimi 21 musei riconosciuti, e a breve sarà disponibile anche una versione in inglese.

Per chiedere la pubblicazione, scrivete a Musei@Regione.Emilia-Romagna.it, ma la trovate disponibile anche on-line.

Autore:

Social Media Manager per @inEmiliaRomagna e mamma a tempo pieno.
Amo viaggiare, sia fisicamente che con la fantasia, grazie a film e libri, e celebro ogni giorno con un sorriso.

Lascia un commento anche tu!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *