Gustarsi le opere di Verdi #InEmiliaRomagna – II semestre

 | 

Gustarsi le opere di Verdi #InEmiliaRomagna – II semestre


Tempo stimato di lettura: 4 minuti

L’Emilia Romagna è conosciuta nel mondo per almeno tre cose: l’enogastronomia di qualità, le case automobilistiche di prestigio e la musica, in primis quella di Verdi ovviamente essendo l’autore più rappresentato al mondo.
Ambasciatore ante litteram dell’Emilia Romagna, cosa c’è di meglio che apprezzare le celebri arie nella sua terra natia? Magari proprio ad ottobre nel parmense in occasione del Verdi Festival o a novembre per la Trilogia d’autunno del Ravenna Festival?

Prima di assistere ad una delle sue opere, puoi scoprirlo di più leggendo qualcosa sulla sua passione per l’agricoltura e il vino.

Cosa ne dici di un weekend fuori porta per gustare le opere di Verdi #InEmiliaRomagna?

Ecco per te la selezione di appuntamenti previsti da luglio a dicembre e qualche anticipazione per i primi mesi del 2019.

  • Teatro Municipale di Piacenza
    WLM 2016

  • Piacenza – Duomo
    WLM2017 Ph. Mantovanim Raffaella

  • Parma – Teatro Farnese, Ph. www.bestofcinqueterre.com

  • Parma – Piazza del Duomo, Ph. @nar_nehc

  • Busseto – Teatro G.Verdi

    ph. Paolo Barone

  • Busseto – Rocca Pallavicino WLM 2012

    Ph. il_moruz

  • Reggio Emilia – Teatro Valli Ph. @igersemiliaromagna

  • Reggio Emilia, Piazza San Prospero
    Ph. dariovero

  • Modena, Teatro Luciano Pavarotti
    Foto via http://www.teatrocomunalemodena.it/

  • Modena, – Piazza grande WLM 2016
    Ph. angelo_nacchio

  • Bologna – Teatro Comunale

    Foto di Lorenzo Gaudenzi, via Wikimedia

  • Bologna –  vista dalla Torre degli Asinelli

    Foto da bolognawelcome.com

  • Ferrara – Castello Estense WLM2012

    Ph. Erika Poltronieri

  • Ravenna – Teatro Alighieri
    Ph. vitomazzeo

  • Ravenna – Battistero Neoniano

    Ph. Andrea Bernabini

  • Cesena – Teatro Bonci

    Ph. @igersfc

  • Rimini – Teatro Amintore Galli
    Foto via comune.rimini.it

  • Rimini, Tempio Malatestiano
    WLM2015 ph. irene_giovannini


Nabucco

11 luglio
Cortile del Castello Estense

23, 27 e 30 novembre
Teatro Dante Alighieri di Ravenna

Opera in quattro atti.

Ambientata a Gerusalemme, narra la storia degli ebrei soggetti al dominio babilonese, è da sempre considerata l’opera più risorgimentale di Verdi, visto che gli spettatori italiani dell’epoca potevano tracciare paralleli con la loro condizione politica.

Aria più nota: “Va pensiero”


Macbeth

15 luglio
Palazzo Mauro de André di Ravenna – concerto

27 settembre e 5, 11, 18 ottobre
Teatro Regio di Parma

Melodramma in quattro atti.

Tratta dall’opera di Shakespeare, dopo l’esordio a Firenze nel 1847 cadde nell’oblio fino al 1952 data da cui entra a far parte in maniera stabile del repertorio verdiano delle stagioni liriche dei teatri di tutto il modo.


Attila

30 settembre e 6, 13, 21 ottobre
Teatro Regio di Parma

Dramma con un prologo e tre atti.

Siamo ad Aquileia, metà del V secolo: arie e monologhi raccontano le vicissitudini di Odabella, figlio del signore della città che vuole uccidere Attila durante la guerra tra i civili Romani e i barbari Unni.



Un giorno di regno

28 settembre e 3, 5, 6, 9, 10, 11, 13, 18 e 21 ottobre
Teatro Verdi di Busseto

Opera buffa in 2 atti.

Seconda opera del maestro, ritirata la stessa sera del debutto più per il libretto poco attuale che per la musica, fu poi ripresentata con aggiornamento del libretto.
Oggi quest’opera viene rappresentata raramente, pur non mancando di arie pregevoli come quella del Cavalier Belfiore “Compagnoni di Parigi” o quella carica di lirismo della Marchesa del Poggio “Grave a cor innamorato”.


Il Trovatore

29 settembre e 4, 7, 12, 14, 20 ottobre
Teatro Farnese di Parma

22, 23, 24,  26, 27  e 29 gennaio 2019
Teatro Comunale di Bologna

Opera in quattro parti.

Esordio di successo per questa opera tratta dal dal dramma El Trovador di Antonio García Gutiérrez che fu in grado fin da subito di toccare rapidamente il cuore del suo pubblico.

Con Il Rigoletto e La Traviata forma la cosiddetta “trilogia popolare”, così chiamata sia perché ha per protagonisti personaggi popolari sia per il successo che le opere ebbero e godono tutt’ora presso il pubblico.


La Traviata

29 e 30 settembre
Teatro Bonci di Cesena

18 , 19, 21 e 23 dicembre
Teatro Municipale di Piacenza

28 e 20 aprile e  2, 3, 4, 5, 7 e 8 maggio 2019
Teatro Comunale di Bologna

Opera in tre atti.

Tra le opere più famose e più rappresentate del compositore è basata sull’opera teatrale La signora delle camelie di Alexandre Dumas (figlio).

Aria più nota: Libiamo ne’ lieti calici

Scopri di più su:
Teatro Bonci
Villa Verdi di Sant’Agata
Bologna città della musica 


Il Corsaro

26 e 28 ottobre
Teatro Comunale Luciano Pavarotti di Modena

Opera in tre atti.

Immeritatamente considerata un’opera minore di Verdi è tratta dall’omonima novella in versi di George Byron.


Rigoletto

24 e 28 novembre e 1 dicembre
Teatro Dante Alighieri di Ravenna

19, 21, 23, 27 e  30 marzo 2019
Teatro Comunale di Bologna

Opera in tre atti.

Melodramma centrato sulla figura di un buffone di corte, racconta  i sentimenti di passione, tradimento, amore filiale e vendetta.

Aria più nota: “La donna è mobile”

Scopri di più su:
Teatro Comunale


Otello

25 e 29 novembre e 2 dicembre
Teatro Dante Alighieri di Ravenna

Dramma lirico in quattro atti.

La penultima opera di Verdi, fu rappresentata per la prima volta alla Scala nel 1887. Tratta dalla tragedia Othello di Shakespeare ha come ingrediente principale la gelosia, di cui Otello diventa esso stesso simbolo.

Scopri di più su:
Teatro Dante Alighieri


Simon Boccanegra

10 e 11 dicembre
Teatro Amintore Galli di Rimini

Prologo e tre atti.

Tratta dal dramma Simón Bocanegra di Antonio García Gutiérrez, l’opera che va in scena è quella revisionata del 1881 a oltre vent’anni dalla prima edizione.


La forza del destino

15, 18 e 20 gennaio 2019
Teatro Municipale di Piacenza

25 e 27 gennaio 2019
Teatro Comunale Luciano Pavarotti di Modena

1 e 3 febbraio 2019
Teatro Municipale di Reggio Emilia

Melodramma in quattro atti

L’opera tratta da Alvaro o la forza del destino di Ángel de Saavedra narra la tormentata storia di amore tra Donna Leonora di Vargas e don Alvaro  che si svolge in Spagna e in Italia, nel Settecento. Tra il primo e il quarto atto trascorrono oltre 7 anni.

Scopri di più su:
Teatro Romolo Valli
Teatro Municipale
Teatro Comunale Luciano Pavarotti

 

Autore:

Sangue siculo – abruzzese, nata e cresciuta a Firenze, emiliano romagnola di adozione. Montanara inside da sempre, da poco ha scoperto la sua passione anche per il mare…

Lascia un commento anche tu!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *