[Emilia Romagna Slow] In bicicletta per le colline forlivesi

 | 

[Emilia Romagna Slow] In bicicletta per le colline forlivesi


Tempo stimato di lettura: 2 minuti

Attraversare un territorio in bicicletta ci rende spesso la sensazione di carpirne i piccoli segreti; uno scorcio su una vallata verde e fiorita che non avevamo mai visto, una rocca arrampicata sull’orizzonte nascosta dalla foschia del mattino…
E’ la bassa velocità delle due ruote che ci consente l’immersione nel paesaggio, il fatto di essere all’aperto ed in relazione con tutto ciò che ci circonda, la possibilità di fermarsi un momento a godere di tutti i dettagli che la  vista ci offre…

Ecco allora, che dovendo scegliere degli itinerari in cui cimentarsi in questi giorni di Aprile, abbiamo subito pensato a delle escursioni in bicicletta, mezzo perfetto per ammirare i colori e percepire i profumi che la nostra regione offre in questo periodo dell’anno. Se poi aggiungiamo che L’Emilia Romagna è una delle regioni d’Italia in cui la bicicletta è più utilizzata, ecco che una gita di una giornata può trasformarsi in una bellissima esperienza: piste ciclabili, percorsi segnati e strutture ricettive dedicate spesso concorrono infatti e rendere semplice e godibile anche il più impegnativo dei tracciati.

Per tutti questi motivi oggi abbiamo deciso di segnalarvi 3 percorsi da fare in bicicletta, in una delle zone più belle dell’intera regione, la provincia di Forlì-Cesena. 3 itinerari, uno in città, uno in collina ed uno per gli sportivi, che ci hanno incuriosito per alcune caratteristiche naturali e perché attraversano proprio quelle valli e quei paesaggi che hanno reso famosa l’Italia nel mondo.
Ecco quindi le nostre scelte per un itinerario ciclistico di Primavera sulle strade di Romagna, luoghi a metà strada tra le colline ed il mare e meta preferita di ogni ciclista che si rispetti.

DA CASTROCARO TERME A MODIGLIANA E POI A ROCCA SAN CASCIANO

Modigliana - Foto di Nerijp via Wikipedia

Modigliana – Foto di Nerijp via Wikipedia

Periodo consigliato: Sempre percorribile
Difficoltà: facile

E’ uno dei percorsi più lunghi e più affascinanti tra quelli proposti: 74 Km su e giù per le valli forlivesi tra antiche rocce, centri termali e piccoli paesi dell’Appennino. Si parte da Castrocaro Terme, rinomata località termale, per poi passare dal piccolo borgo di Modigliana ed arrivare infine a Rocca San Casciano, uno dei luoghi più conosciuti della zona.

Un itinerario da percorrere preferibilmente in primavera quando gli alberi sono in fiore e tutto è ravvivato dai colori della primavera.

DA FRATTA TERME A CAMPIGNA IN BICI E RITORNO

Foto di Massimo Nicolodi https://flic.kr/p/6wQwMb

Foto di Massimo Nicolodi https://flic.kr/p/6wQwMb

Periodo consigliato: Sempre percorribile
Difficoltà: elevata

Dalla località di Fratta Terme su verso la toscana ed il passo La Calla, che segna il confine tra Toscana ed Emilia Romagna: quando le pendenze sotto le ruote iniziano a salire, ecco che entrano in campo i ciclisti esperti. E’ un Itinerario che nella sua ultima parte presenta dei tratti molti difficoltosi,  ma ripaga lo sforzo muscolare con panorami bellissimi all’interno del Parco delle Foreste Casentinesi.

Per scendere si usa lo stesso tracciato della salita e se quando arrivate siete troppo stanchi, potete sempre prenotare un seduta rilassante alla terme di Fratta.

IN BICI DAL CENTRO ALLA STAZIONE FERROVIARIA DI FORLÌ

Foto di Cepatri55

Foto di Cepatri55

Tempo stimato: 120 minuti se ci si sofferma a osservare i palazzi e gli edifici segnalati dall’itinerario
Difficoltà: per tutti

Questi itinerario vi porterà alla scoperta della città di Forlì, vera e propria perla dell’architettura del Novecento. Dalle piazze più antiche fino agli interventi del ventennio, rimarrete davvero sorpresi da cosa può offrire questo piccolo capoluogo della Romagna. Forlì infatti è una città che va scoperta lentamente a ritmo di pedalate, godendo del suo clima, delle sua architteture e di quel particolare clima che deriva da essere posizionata a pochi chilometri dal mare.

Siamo in Romagna, quindi approfittate per gustare una piadina accompagnata da un bicchiere di Sangiovese e di godere della famosa ospitalità di queste zone, vi assicuriamo che non ne rimarrete delusi…

 

P.S.: Se poi avete voglia di aspettare il disgelo di fine aprile vi segnaliamo che sul sito di MTB Appennino è possibile avere tutte le informazioni necessarie per programmare la propria gita in Mountain Bike sulle cime più alte e famose dell’Appennino emiliano romagnolo.

 

Autore:

Esploratore e Avventuriero: ama navigare gli oceani, scalare le montagne più alte e surfare sulle onde del web

Lascia un commento anche tu!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *