Emilia Romagna Free: i migliori eventi della settimana

 | 

Emilia Romagna Free: i migliori eventi della settimana


Tempo stimato di lettura: 3 minuti

Ieri abbiamo provato a raccontarvi di tutte le attività che è possibile fare a Bologna senza aprire mai il portafoglio, oggi invece vorremmo segnalarvi tutti quegli eventi e luoghi in regione a cui è possibile assistere, accedere o partecipare gratuitamente.

MOTORI

instater_motorvalley_parmaIniziamo subito con l’InstaTER di sabato 11 maggio a Varano de’ Melegari,  che si svolgerà presso l’Autodromo Riccardo Paletti. Per un giorno la pista Parmense sarà luogo d’incontro tra campioni, collezionisti e appassionati del mondo delle due ruote in occasione dell’AsiMotoShow 2013, raduno esibizione ed esposizione di circa un migliaio di moto.  Una guida ci accompagnerà poi a piedi attraverso il centro città (circa 1,5 km) per raggiungere e visitare il Castello di Varano, roccaforte strategica a salvaguardia della vallata del Ceno, che costituisce uno dei migliori esempi di architettura difensiva. Appuntamento alle 14.00 presso il parcheggio interno dell’Autodromo Paletti (Strada per Fosio 1, Varano de’ Melegari). L’iniziativa è totalmente gratuita e per tutta la sua durata saremo accompagnati da una guida volontaria. Se volete essere dei nostri vi chiediamo cortesemente (per motivi organizzativi) di iscrivervi su Eventbrite inserendo nome, cognome e indirizzo email.

NB: l’iniziativa si svolgerà con un minimo di 7 iscritti.

11-maggio-6-h600Sabato 11 aprile sarà anche la giornata celebrativa di chiusura del 50° anniversario Lamborghini. Centinaia di vetture Lamborghini faranno tappa a Bologna e, prima di ripartire in parata alla volta dello stabilimento di Sant’Agata Bolognese, si faranno ammirare in Piazza Maggiore.  Un occasione unica per ammirare  le automobili della casa del Toro, dalle  indimenticabili GT storiche alle avveniristiche supercar attuali.

 

 STORIA E CULTURA

ImmagineOltre ad essere il più antico del mondo, il Palio di Ferrara è peculiare per il tipo di corsa, che è corsa di festa a differenza di molti palii guerrieri, che prevedono invece l’impiego del “saraceno” o di qualche altro nemico da battere con la lancia. Da sabato 11 maggio il Palio di Ferrara entra nel vivo delle celebrazioni con “Gli antichi Giochi delle Bandiere Estensi“. I giochi avranno luogo in Piazza Municipale, e vedranno a confronto, rispettivamente, i giovanissimi atleti delle Contrade e i più esperti sbandieratori e musici che si contendono i titoli delle varie specialità. Gli atleti ferraresi sono attualmente detentori del maggior numero di titoli nazionali e sono iscritti alla Federazione Italiana Sbandieratori.  Da non perdere, poi, il 26 maggio, il vero e proprio Palio di Ferrara; il posto in tribuna costa 20 euro, ma vi diamo una dritta: se riuscirete a prendere posto sul prato, godrete di tutte le emozioni del Palio, senza spendere un centesimo!

 

capanno-cantinaDalla storia antica a quella più moderna, domenica 12 maggio alle ore 15.00 sarà la volta della Festa di apertura del nuovo Ecomuseo delle Erbe Palustri di  Villanova di Bagnacavallo; un museo del saper fare, che conserva e interpreta un’originale tradizione, ma che promuove anche la consapevolezza del paesaggio e il valore delle sue risorse naturali. Il nuovo Ecomuseo, circondato dall’Etnoparco Villanova delle Capanne, offre un percorso didattico tra ricche collezioni di manufatti e innovative suggestioni multimediali. L’ingresso è, naturalmente, gratuito.

 

ARTE

luogo01_pe10_galleryA Reggio Emilia, negli ex stabilimenti di quella che fu una delle grandi firme della moda italiana, Max Mara, si trovano attualmente oltre duecento opere rappresentative delle principali tendenze artistiche italiane e internazionali dal 1945 a oggi, tra dipinti, sculture e installazioni. Tra gli artisti che potrete trovare esposti ci sono illustri come, Fontana, Burri, Schifano, Basquiat, oltre tantissimi altri esponenti dell’arte moderna e contemporanea. Ingresso gratuito e visite esclusivamente su prenotazione.

Immagine1Lo spazio mostre dei Musei Civici di Palazzo Farnese a Piacenza ospiterà, fino al 6 giugno, la mostra documentaria celebra i cinquecento anni di una delle più conosciute opere rinascimentali, la Madonna Sistina di Raffaello.  La mostra, articolata in cinque sezioni, intende ricostruire, attraverso i documenti piacentini e gli studi critici, il clima culturale e il contesto storico in cui nacque il capolavoro di Raffaello. Il sabato e la domenica è prevista anche la possibilità di effettuare delle visite guidate, non lasciatevi sfuggire quest’occasione!

NATURA

Ok, non vi interessano le iniziative a tema motori, non vi piace l’arte e avete già visto tutte le manifestazioni storiche in regione. Che fare di gratuito in questo weekend?

pineta_litoraneaBhe… potete sempre fare una passeggiata nelle bellissime pinete e Oasi naturali della Riviera. Le pinete che si snodano lungo la costa sono una vera e propria oasi di tranquillità e frescura. Da Porto Corsini a Casal Borsetti, la macchia di pini marittimi, lecci e olmi attraversa i 3 lidi avanzando verso la duna ricca di vegetazione che la separa dalla spiaggia. I sentieri che percorrono la pineta parallelamente alla costa ne fanno un luogo ideale per la corsa, il nordic walking o per passeggiate a piedi e in bicicletta, mentre la ricca presenza di fauna consente di praticare il birdwatching o, più semplicemente, di ascoltare il ‘canto’ del pettirosso o del fringuello. Qualora il tempo fosse clemente, oltre alle aree pic-nic con zone di gioco per i bambini che sono presenti nei pressi dei paesi, c’è la possibilità di unire ad una giornata nella natura anche un po’ di vita da spiaggia.

veduta4.tifSe poi siete stanchi del mare e volete un posto appartato in cui passare qualche ora di relax, non possiamo che consigliarvi l’Albereto di Montescudo. Bosco che risulta tra i più importanti del riminese, l’Albereto si trova lungo la valle del torrente Marano in località Montescudo, da cui ha preso il nome. C’è da pensare che, prima del disboscamento connesso alle attività agricole e alle necessità di legna come combustibile, l’intera valle fosse ricoperta da un’unica continua cortina boschiva, interrotta solo dall’affioramento delle rupi o dall’alveo del torrente. Qui ci sono tutte le informazioni per arrivarci e l’ingresso è gratuito.

Come al solito se avete segnalazioni o eventi gratuiti che vorreste mettere in calendario non esitate a segnalarcelo mandandoci una mail, commentando sulla nostra pagina Facebook o inviandoci un tweet.

Autore:

Esploratore e Avventuriero: ama navigare gli oceani, scalare le montagne più alte e surfare sulle onde del web

Lascia un commento anche tu!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *