Emilia Romagna d’Arte: eventi, mostre ed appuntamenti

 | 

Emilia Romagna d’Arte: eventi, mostre ed appuntamenti


Tempo stimato di lettura: 3 minuti

Pittura, musica, scultura l’Emilia Romagna è una regione che sa offrire anche al più esigente occhio artistico, una variegata e ampia scelta ti opere d’arte e mostre da ammirare e visitare. E siccome anche il nostro contest Instagram  di questo mese è dedicato all’arte, nella variante Street, ecco che il collegamento ci è venuto naturale e abbiamo deciso di indagare tra gli eventi e gli appuntamenti  artistici che potete trovare in questo periodo in regione.

ARTISTI IN PIAZZA

manifesto_per-web_defGiunto oramai alla sua 17° edizione, Artisti in Piazza è una delle più importanti manifestazioni di arte di strada di tutta Europa.  Dal 6 al 9 giugno la cittadina Pennabilli si trasformerà in un teatro a cielo aperto, con saranno infatti ben ventiquattro i punti spettacolo dislocati negli angoli più suggestivi del centro storico. Dal primo pomeriggio fino a tarda notte verranno messi in scena spettacoli teatrali, concerti di ogni genere, esibizioni di giocoleria, magia, danza, tutti replicati dagli artisti più volte ogni giorno, per un totale di circa 400 esibizioni!

 

 

 

In più quest’anno Artisti in Piazza ha anche un App gratuita con cui potrete tenervi sempre informati sugli eventi del Festival.

LO SGUARDO DI MICHELANGELO. ANTONIONI E LE ARTI

561361_512178625486278_1405986876_nUna mostra che è anche un omaggio ad uno dei più grandi artisti del XX secolo, Michelangelo Antonioni.  Attraverso il percorso dell’esposizione  la parabola creativa e di Antonioni è accostata alle opere di grandi artisti, come De Chirico, Morandi, Rothko, Pollock e Burri in un inedito e suggestivo dialogo tra film e pittura, letteratura e fotografia.  Una straordinaria carriera raccontata a partire dal prezioso patrimonio di opere, oggetti e documenti relativi alla vita e al lavoro del regista di proprietà del Comune di Ferrara: dai film e documentari personali alle fotografie di scena, dagli oggetti  professionali  all’epistolario intrattenuto con i maggiori protagonisti della vita culturale del secolo scorso come Roland Barthes, Federico Fellini e Giorgio Morandi.

 

La mostra “Lo sguardo di Michelangelo. Antonioni e le arti” è aperta fino a domenica 9 giugno, presso il Palazzo dei Diamanti di Ferrara.

NOVECENTO. ARTE E VITA IN ITALIA TRA LE DUE GUERRE

manifesto_per-web_defDel Festival del 900 vi abbiamo già ampiamente parlato lunedì, ma a Forlì da tempo è aperta la mostra “Novecento. Arte e vita in Italia tra le due guerra”.  L’Esposizione in ordine temporale comprende quasi un trentennio,  dal primo decennio del ’900 alla seconda guerra mondiale, e vi sono rappresentate le tendenze, i movimenti, le avanguardie, i protagonisti, i temi di un periodo storico estremamente effervescente.  Una vera e propria macchina del tempo per ri-vivere e curiosare nella vita, nel costume, la moda e le arti di quegli anni, con tutto il loro portato politico e sociale. Segnaliamo in particolare la sezione sull’urbanistica che affronta ed espone il dibattito dell’epoca sulla funzione della città, del centro storico e del suo rapporto con la campagna circostante.

 

La mostra “Novecento. Arte e vita in Italia tra le due guerra” è aperta fino a sabato 16 giugno, presso i Musei San Domenico di Forlì.

STILE ITALIANO. ARTE E SOCIETÀ 1900 – 1930

57e143c8e971b92a905773a610669717d433aChe la monumentale Reggia di Colorno sia di per sé un’opera d’arte e meriti da sola una visita è un fatto assodato. Quella di cui vi parliamo adesso è quindi una doppia gita a tema artistico. Si ,perché all’interno della Reggia è al momento allestita la grande rassegna intitolata” Stile Italiano: Arte e Società 1900 – 1930“.  Oltre 150 opere, molto selezionate vi compongono una moderna wunderkammer sull’arte Italiana del XX secolo che celebra il “fare italiano” o made in Italy offrendo un punto di vista documentato sulla complessità artistica, creativa ed estetica dell’Italia della prima parte del Novecento. Come in un caleidoscopio ‘esposizione compone  una molteplicità di ambiti in un dialogo continuo tra pittura, scultura, disegni, grafica pubblicitaria, progetti per l’industria e le loro implicazioni poetiche e filosofiche.

 

La mostra “Stile Italiano: Arte e Società 1900 – 1930” è aperta fino a sabato 15 giugno, presso la Reggia di Colorno, Parma

DELVAUX E IL SURREALISMO

936343_499187083463714_538706057_nSe parliamo di Surrealismo sappiamo che siamo già nel campo del sogno e dell’ambiguità. E la mostra “Delvaux e il Surrealismo”  non tradisce questo assunto. Intrigante stratega di atmosfere oniriche, Delvaux trova fonte d’ispirazione da quelli che lui considera i suoi due mentori, Giorgio De Chirico e René Magritte.  Dicono che osservare i suoi quadri sia come ascoltare una fiaba, ma dicono anche che in queste fiabe ci si può perdere in una miriade di dettagliati enigmi… insomma la mostra si annuncia come un escursione surreale  di sicuro effetto.

 

 

La mostra “Delvaux e il Surrealismo”, a cura della Fondazione Magnani Rocca, è aperta fino a domenica 30 giugno, presso la Villa della Fondazione a Magnani di Traversetolo (Parma). Con l’occasione vi consigliamo di visitare anche il Parco Romanico che, con i suoi 12 ettari di specie arboree, rende la visita alla Villa un esperienza estremamente piacevole e di estremo interesse naturalistico.

BORDERLINE

Modena FerrariVe ne abbiamo parlato tante volte e adesso che si avvicina alla chiusura approfittiamo per convincere anche gli ultimi ritardatari. La mostra “Bordeline: Artisti tra normalità e follia. Da Bosch all’Art Brut, da Ligabue a Basquiat” vale veramente la pena di essere vista. E non parliamo dei grandi nomi che l’esposizione mette in scena, ma al fatto che Borderline ci costringe ad indagare un esperienza artistica al di là di categorie stabilite nel corso del XX secolo , individuando così un’area della creatività dai confini mobili, dove trovano espressione artisti ufficiali ma anche quegli autori ritenuti “folli”, “alienati” o, detto in un linguaggio nato negli anni ’70, “outsiders”.

 

 

La mostra “Borderline” è aperta fino a domenica 16 giugno presso il Museo d’Arte della Città di Ravenna.

 

Se poi invece siete amanti della Street Art e volete avere l’occasione di girare per la regione alla ricerca di muri e ponti dipinti, vi consigliamo di iscrivervi agli InstaTER gratuiti che abbiamo in programma per questo mese, ce ne sono ben 5 e per tutti i gusti!

Autore:

Esploratore e Avventuriero: ama navigare gli oceani, scalare le montagne più alte e surfare sulle onde del web

Lascia un commento anche tu!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *