#DomenicalMuseo: 6 consigli dalla redazione di TurismoER

 | 

#DomenicalMuseo: 6 consigli dalla redazione di TurismoER


Tempo stimato di lettura: 3 minuti

Nuova settimana, nuovo tema. Nei prossimi giorni vi parleremo di [Emilia Romagna Libera la Cultura] ovvero tratteremo, a partire proprio dalle Invasioni Digitali che si stanno svolgendo in questi giorni, tutte quelle iniziative culturali che hanno nella condivisione, gratuità e partecipazione il metodo ed il fine della loro azione.

Trattando di cultura libera e gratuita non potevamo che partire dalla più grande iniziativa gratuita dell’anno 2015, quelle Domeniche al Museo promosse dal MiBACT che hanno contribuito ad rendere i musei italiani tra i luoghi più visitati d’Italia. Ogni prima domenica del mese infatti i musei italiani aprono gratuitamente le porte ai visitatori, occasione unica per ammirare opere tra le più belle al mondo, oltre che passare una domenica immensi nella storia italiana.

Domenica 3 maggio i musei e i luoghi di cultura dell’Emilia Romagna apriranno di nuovo gratuitamente le loro porte e, per non farvi perdere nel marasma di segnalazioni ed iniziative, abbiamo deciso di consigliarvi i 6 luoghi che secondo la nostra redazione sono i più adatti a trascorrere questo primo weekend di maggio.

Abbazia di Pomposa – Ferrara

Abbazia di Pomposa - Foto di Caspar Diederik https://flic.kr/p/rnvBrP

Abbazia di Pomposa – Foto di Caspar Diederik https://flic.kr/p/rnvBrP

E’ uno dei luoghi fondamentali della cultura italiana. Qui infatti durante il medioevo risiedevano i monaci amanuensi, religiosi dediti alla traduzione e copiatura degli antichi testi greci e latini. In un epoca in cui l’arte della stampa ancora non esisteva, questi luoghi infatti erano dei veri e propri centri di cultura, tanto che se oggi possiamo ancora leggere gli antichi testi di filosofia e letteratura lo dobbiamo proprio al paziente lavoro di questi monaci.
L’Abbazia di Pomposa inoltre è uno straordinario esempio di architettura religiosa dell’Alto Medioevo e porta ancora i segni visibili del bestiario e delle liturgie dell’antico culto cattolico.

Galleria Nazionale – Parma

Galleria Nazionale Parma

Galleria Nazionale Parma

Conserva in parte la collezione d’arte che fu della famiglia Farnese, una delle casate più potenti ed importanti della storia Italiana. Organizzata da Maria Luigia d’Austria, la Galleria Nazionale di Parma conserva oggi opere d’arte dei grandi maestri della pittura italiana tra cui Beato Angelico, Canaletto, Correggio,  Guercino, Leonardo da Vinci,Parmigianino e Tintoretto.
Inoltre l’ingresso alla Galleria è preceduto dal passaggio attraverso il Teatro Farnese, imponente struttura in legno voluta nel 1618  Ranuccio I Farnese per le proprie rappresentazioni private e parzialmente distrutto durante la seconda guerra mondiale.

Basilica di Sant’Apollinare in Classe – Ravenna

Basilica di Sant'Apollinare in Classe  Foto di Zitumassin

Basilica di Sant’Apollinare in Classe
Foto di Zitumassin

Situata a pochi chilometri dal centro di Ravenna, la Basilica di Sant’Apollinare in Classe viene solitamente datata intorno al VI secolo d.c.. Inserita nel 1996 nella lista dei siti italiani patrimonio dell’umanità dall’UNESCO, è uno degli esempio migliori di architettura religiosa paleocristiana esistenti al mondo.
Attraversare oggi le navate della Basilica significa viaggiare nella storia del Cristianesimo ed in particolare nella storia della Cristianesimo Ravennate che, essendo legato maggiormente all’Impero Bizantino, ebbe vicende diverse dal papato romano. Un’occasione unica per comprendere le diverse anime che animarono la storia del Cattolicesimo italiano, oltre che un luogo che ancora oggi riesce ad infondere un’aria di misticismo ai visitatori.

Palazzo Ducale  – Sassuolo

Foto di Francasassi

Foto di Francasassi

Costruito nel 1600 per volontà di Francesco I d’Este, la reggia è oggi un vero e proprio gioiello di cultura barocca dell’Italia settentrionale. Interamente visitabile grazie ai lunghi restauri a cui è stato soggetto negli ultimi anni, il Palazzo di Sassuolo con i suoi giardini è un luogo che non tutti ancora conoscono ma che vale una gita di un giorno…

Pinacoteca Nazionale – Bologna

Pinacoteca Nazionale Bologna

Pinacoteca Nazionale Bologna

Un grande itinerario attraverso l’arte e la pittura della Regione Emilia Romagna: qui è infatti raccolta la pittura emiliana dal XIII al XVIII secolo insieme agli artisti che lavorarono e che ebbero contati diretti con la città di Bologna. Vi si trovano dipinti di Giotto, Perugino, Raffaello, Parmigianino insieme ai locali Fratelli Carracci e Guido Reni, insomma se volete chiacchierare con i grandi maestri della pittura italiana la Pinacoteca di Bologna è il posto che fa per voi.

Villa Romana – Russi

Dettaglio Mosaico - Villa Romana Russi

Dettaglio Mosaico – Villa Romana Russi

Situata a circa 20 km da Ravenna la Villa Romana di Russi è un sito archeologico in cui sono conservati i resti di una villa rustica di età romana. E’ una delle Ville Romane meglio conservate dell’Italia settentrionale insieme ai suoi mosaici che sono ancora ben visibili. Consigliamo la visita alla Villa di Russi per due motivi: è una straordinaria testimonianza delle antiche funzioni di una villa in età romana ed è circondata da un’Oasi del WWF che si estende per 13 ettari. Inoltre la villa ci racconta del grande passato della città di Ravenna e di quando la città era ancora un porto per la flotta romana.

Autore:

Esploratore e Avventuriero: ama navigare gli oceani, scalare le montagne più alte e surfare sulle onde del web

Un commento

Lascia un commento anche tu!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *