[Parlami di tER #133] C’è tanta Europa a Ravenna

 | 

[Parlami di tER #133] C’è tanta Europa a Ravenna


Tempo stimato di lettura: 2 minuti

Parlami di tER è una serie di racconti dell’Emilia-Romagna. Sono sguardi d’autore gettati sulla regione da donne e uomini che son nati, vivono o semplicemente si sono innamorati di questa singolare, bellissima, terra con l’anima. Con il racconto di oggi prosegue la collaborazione tra TER e Ravenna2019 candidata Capitale Europea della Cultura, con una novità: Ravenna infatti ha passato il primo turno ed è una delle città finaliste per il titolo! Ogni secondo mercoledì del mese Ravenna continuerà a raccontarci un pezzetto di sé: una delle storie, dei progetti, delle ragioni che la rendono unica e ne fanno la candidata naturale per diventare Capitale Europea della Cultura 2019.

Ravenna, città candidata a Capitale Europea della Cultura 2019, si prepara a festeggiare la cinquantesima edizione della festa dell’Europa premiando le dieci foto che meglio descrivono il mosaico di culture fra le cinquecento partecipanti al concorso “ioaRavennanel2019”.

“Il photocontest ha avuto una partecipazione inattesa. Nonostante i temi molto particolari e specifici, le foto sono state tantissime e una più bella dell’altra.” (Beatrice Ghetti)

“Noi del social media team di Ravenna2019 abbiamo pubblicizzato il contest anche con presidi nelle piazze e nei luoghi di interesse della candidatura, distribuendo volantini, e quando proponevamo il contest, tutti si dimostravano entusiasti e volenterosi di partecipare. Anche tanti miei amici si sono divertiti a cercare soggetti da fotografare” (Francesca Fabbri)

Le foto partecipanti hanno fornito uno spaccato dell’idea che i cittadini ravennati hanno dell’Europa: un mosaico di culture che comprende enogastronomia, sport, naturalismo, inseriti in eventi culturali e contesti cosmopoliti.

“Abbiamo chiesto a voi, e in fondo anche a noi, cosa significa Europa. L’Europa della comunità immaginaria e delle 24 lingue. Ma a noi ne basta una sola, vera e non dell’immaginazione. Nel nostro caso è la fotografia che ha parlato. Cappelletti colorati, capanni da pesca e giovani romagnoli. Ditemi se questa non è Europa.”(Elena Sabattini)

1186293_654440234617152_2088583801_nL’Europa è una presenza che a Ravenna si fa sentire e offre diverse opportunità.

“Ero in terza media quando ho potuto fare il mio primo viaggio da sola, grazie al gemellaggio tra Bagnacavallo e la cittadina tedesca di Neresheim; oggi, dieci anni dopo, Ravenna2019 mi manda a Salonicco per partecipare allo European Youth Dialogue 2014. Non posso che ringraziare la mia città per tutte le opportunità che mi offre.” (Carlotta Taroni)

Dai gemellaggi tra i vari comuni della provincia con molte città di Germania, Ungheria, Spagna, Regno Unito e altri, alle dieci borse di studio Progetto Leonardo “Giovani cittadini d’Europa”per tirocini all’estero rispondenti, non si può che definire Ravenna un nodo di possibilità a livello Europeo, dirette soprattutto ai giovani e agli studenti.

Il comune di Cervia è teatro di un’altra iniziativa europea, ormai arrivata alla quarantaduesima edizione: “Cervia città giardino” è una manifestazione dedicata all’architettura del verde, durante la quale cinquanta enti, tra italiani ed europei, creano installazioni floreali su viali e rotonde di tutta la città e le frazioni.

L’Europa si fa sentire, si fa vedere, e una volta l’anno si può anche gustare: ogni settembre a “Prodotti & Sapori d’Europa” oltre cento commercianti italiani e stranieri si danno appuntamento a Cervia per proporre prodotti tipici di gastronomia e artigianato tipici dei loro paesi d’origine.

Il photocontest “IoaRavennanel2019” ha dato inizio ai festeggiamenti per il 9 maggio e siete tutti invitati!

“Se queste sono le premesse, mi aspetto una festa dell’Europa piena di energia ed entusiasmo” (Beatrice Ghetti)

Francesca Fabbri, Carlotta Taroni

Tags:

- -

Lascia un commento anche tu!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *