Bologna e la cultura internazionale: la Fiera del Libro per Ragazzi 2011

 | 

Bologna e la cultura internazionale: la Fiera del Libro per Ragazzi 2011


Tempo stimato di lettura: 1 minuto

Da oggi e fino a giovedì 31 marzo il quartiere fieristico di Bologna ospita la 48^ edizione di una fiera che fa ormai parte della tradizione della città, essendo  presente fin dagli anni ‘60. Si tratta della Fiera del Libro per Ragazzi, dedicata agli operatori che si occupano di contenuti culturali per ragazzi (editori, autori, agenti, illustratori, traduttori, distributori, bibliotecari, insegnanti).

Ci sono oltre 1.200 espositori – provenienti da 55 Paesi – per fornire la più esaustiva panoramica sulle tendenze internazionali del settore (Pre-Catalogo Espositori 2011). Sono previste inoltre numerose occasioni di incontro (come il Centro Agenti Letterari, il Centro Traduttori, il Caffè degli Autori e  il Caffè degli Illustratori) che organizzano conferenze, seminari, presentazioni e workshop: ecco il programma completo.

Una tradizionale parte delle fiera è la Mostra degli Illustratori: considerata la vetrina internazionale per quell’ambito, ogni anno vede la partecipazione di migliaia di illustratori da tutto il mondo. Quest’anno gli illustratori, selezionati da una giuria internazionale, sono 76, provenienti da 17 Paesi diversi (la lista). Le opere esposte vengono poi pubblicate nell’Annual, e possono così essere facilmente consultate dagli editori anche in seguito.

Durante la Fiera, tra i talenti emergenti under 35 verrà scelto il vincitore del Premio Internazionale di Illustrazione (lista candidati).

Come da tradizione, inoltre, alle migliori produzioni grafico-editoriali è attribuito il BolognaRagazzi Award, che si articola in quattro categorie: Fiction, Non Fiction, New Horizons e Opera Prima.

Quest’anno la Fiera strizza l’occhio anche al mondo del digitale: ieri si è svolta la prima edizione di  TOC (Tools of Change) Bologna, conferenza nata dalla collaborazione fra la Fiera e la O’Reilly Media, focalizzata sulle tecnologie digitali e mobile.

Ogni anno, inoltre, uno dei Paesi partecipanti è eletto Ospite d’Onore: per il 2011 è la Lituania, Paese con forti tradizioni nell’ambito dell’illustrazione. Alla Lituania è dedicata la mostra Illustrarium (presso il Museo Civico Medievale), che traccia un ideale  percorso nell’evoluzione dell’illustrazione lituana, attraverso le opere di trentadue dei sui artisti più famosi.

La mostra è articolata in tre sezioni corrispondenti alle fasi della storia contemporanea del Paese: dall’epoca storica che ha ricondotto alla libertà a quella della nuova illustrazione, fino all’attuale fioritura dell’arte lituana del libro per ragazzi.

Alla Fiera sono affiancate anche varie iniziative culturali aperte (l’elenco delle mostre e degli incontri) che escono dal quartiere fieristico e si diffondono nei principali luoghi formativi della città: i musei, le biblioteche e la Cineteca.

Autore:

Social Media Manager per @inEmiliaRomagna e mamma a tempo pieno.
Amo viaggiare, sia fisicamente che con la fantasia, grazie a film e libri, e celebro ogni giorno con un sorriso.

Lascia un commento anche tu!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *