Bologna “Città delle Acque”. Guida alla Notte Blu 2012

 | 

Bologna “Città delle Acque”. Guida alla Notte Blu 2012


Tempo stimato di lettura: 2 minuti

Bologna è famosa per tre soprannomi la rossa – la dotta – la grassa. Ma c’è anche un’altra Bologna, ai più sconosciuta: la Città delle Acque. Proprio per mettere in luce e valorizzare questa inedita Bologna [fatta di sotterranei, percorsi d’acqua, ruote idrauliche e ponti] è nata la Notte Blu.

L’iniziativa, proposta dai Consorzi dei Canali di Reno e Savena in collaborazione con il Comune di Bologna, dopo l’esordio dell’anno scorso [che ha visto il coinvolgimento di 12.000 partecipanti] è arrivata ora alla seconda edizione e si accinge a diventare un appuntamento annuale e in crescita. La Notte Blu quest’anno si trova all’interno del calendario degli European Days e in concomitanza con il 1° weekend dei TDays.

Così, la notte di sabato 12 maggio, dalle 18.00 fino alle 24.00, il centro sarà animato da numerosi appuntamenti aventi come filo conduttore il tema dell’acqua e che toccheranno i principali luoghi legati al sistema idrico cittadino. Le iniziative in calendario sono diversificate: percorsi tematici e visite guidate a siti solitamente non accessibili al pubblico, conferenze-spettacolo, laboratori didattici, intrattenimento musicale, mostre fotografiche..
Tutti gli eventi sono gratuiti, ma la maggior parte prevede la prenotazione obbligatoria; le iscrizioni sono già aperte e vi consigliamo di affrettarvi!

Ecco la nostra guida al programma della lunga serata:

Lo spettacolo di apertura sarà la rievocazione storica della Battaglia della Grada del 1506. Si potrà inoltre visitare in via straordinaria l’Opificio della Grada, che ospita un’antica ruota idraulica, e anche il punto di arrivo dell’antico Cunicolo romano in Viale Aldini [attualmente in gestione a Hera] sarà aperto.

Via Augusto Righi sarà eccezionalmente chiusa al traffico e chi passerà di lì si ricordi di sbirciare dalla famosa finestrella di via Piella l’unico tratto a cielo aperto nel centro storico del Canale di Reno, che quella sera sarà illuminato di blu.

Palazzo Pepoli, Museo della Storia di Bologna, aprirà le porte e sarà inondato di musica grazie al concerto degli allievi del Conservatorio e anche le Terme San Petronio saranno aperte in orario serale ad ingresso gratuito.

Degno di nota è anche Waterfront, un Dialogo sull’Acqua con Patrizio Roversi e Andrea Segrè alla Biblioteca Renzo Renzi della Fondazione Cineteca. Lo scopo della conferenza scenica è riflettere su un uso consapevole del cosiddetto oro blu, dai consumi domestici ai conflitti mondiali, alle nuove tecnologie per il risparmio idrico.

Le visite guidate tematiche, poi, sono numerose:
visita guidata con concerto all’antica Porta Galliera e al parco archeologico delle mura di Bologna;
visita guidata lungo l’Aposa;
visita guidata con Roberto Martorelli tra il Canale di Reno e la Certosa;
visita guidata dalla Grada all’ex Porto di Bologna con audioguida per illustrare origini, utilizzi e caratteristiche dei canali di Bologna;
visita guidata alla Chiusa di Casalecchio, la più antica opera idraulica nel mondo ancora in funzione;
visita guidata alla Manifattura delle Arti tra antico e contemporaneo, per scoprire la trasformazione urbanistica e culturale dell’area che circonda il Cavaticcio [l’importante canale che collegava il cuore della città al Porto Cinquecentesco];
visita guidata ai luoghi della Manifattura e delle Acque, con l’ausilio di immagini provenienti dall’Archivio Fotografico della Cineteca;
visita guidata a Bagni di Mario (Conserve di Valverde), costruita in epoca rinascimentale per alimentare la Fontana del Nettuno.

I più pigri potranno sfruttare il City Red Bus, che accompagnerà i visitatori in un Tour delle Acque a Villa Guastavillani e negli altri luoghi d’acqua bolognesi, tra cui il Museo del Patrimonio Industriale in apertura serale straordinaria.

Tra le esposizioni:
la personale di Paolo Ferro presso lo Spazio Capodilucca;
la mostra fotografica dedicata all’Aposa Il Torrente Sconosciuto all’interno di Palazzo Gnudi [dove si potrà anche fare aperitivo a tema blu];
La Grande Coda alla Grada;
la Casa del Sole delle Acque dedicata all’importanza che il Canale di Savena ha rivestito nella storia della città e a quale può essere un suo ruolo architettonico attuale;
Gli antichi acquedotti di Bologna dedicata all’acquedotto romano della città;
L’Onda dell’artista coreana Suzy Lee alla MAMbo Children Library;
inaugurazione della mostra a cura della Fondazione Cineteca di Bologna La Bologna delle Acque, che in 20 immagini racconta le vie d’acqua bolognesi [visitabile presso la Biblioteca Renzo Renzi fino al 28 maggio].

Per i più piccoli, l’iniziativa Giganti di pietra e acque luccicanti al Parco della Montagnola, mentre il Laboratorio di Culture Creative START coinvolgerà i bambini con laboratori interattivi ed uno spettacolo teatrale a tema.

Lo spettacolo finale si svolgerà invece sul Canale delle Moline che, illuminato di blu, sarà attraversato da centinaia di ninfee luminose e colorate.

Tags:

-

Autore:

Social Media Manager per @inEmiliaRomagna e mamma a tempo pieno.
Amo viaggiare, sia fisicamente che con la fantasia, grazie a film e libri, e celebro ogni giorno con un sorriso.

Lascia un commento anche tu!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *