Beauty in Vogue Night 2014, il focus è su Nima Benati

 | 

Beauty in Vogue Night 2014, il focus è su Nima Benati


Tempo stimato di lettura: 4 minuti

Nel dedalo di vicoli e ciottoli delle antiche strade di Bologna si è acceso il riflettore della Beauty In Vogue Night ed è stata una serata a tinte forti.
La notte bianca si è rifatta il makeup con i colori Pop delle foto di Nima Benati, la giovanissima e richiestissima fotografa bolognese che sta rapidamente scalando la vetta dell’olimpo della moda.

BIVN8

Foto Credits: Andrea Nascetti

Con un curriculum sbalorditivo che conta campagne pubblicitarie di grandi brand (Cruciani, Patrizia Pepe, Pin-Up Stars, Amen per dirne alcuni) e le cover di colossi editoriali quali Maxim e Playboy fino alla consacrazione di Vogue Italia, questa artista twenty-something si è guadagnata attenzione e ammirazione dal fashion-system, oltre che da migliaia di follower.

L’evento che ha infiammato a lampi di pink neon il quadrilatero del centro storico è Screensaver. From web to paper per “raccontare la nuova generazione di artisti che si muove controcorrente dalla moda 2.0 alla carta stampata”, come ci ha detto Corin, addetta stampa di L’Inde Le Palais, il sofisticato fashion store che ha promosso la manifestazione in collaborazione con Equipe Vittorio, Wella e Pin-Up Stars.

BIVN1

Foto Credits: Andrea Nascetti

La cornice è un mix vitaminico di puro lusso, sferzate di stile e stiletti in un via-vai di modelle, designers e trendsetters. Noi della redazione, seduti ad un tavolo del Nu-lounge Bar con drink esotici e smartphone alla mano ci siamo goduti il party prendere vita al ritmo frenetico e coinvolgente del dj-set in multicolor, aspettando di conoscere la guest star e sbirciando i suoi scatti, potenti, di perfezione plastica che trascende la stampa patinata ed evoca le emozioni di girlpower e glamour, tra estetica iconica e animate bambole di porcellana.

BIVN5

Foto Credits: Andrea Nascetti

Quando Nima scende le scale dello store, luccica, letteralmente, fasciata in abito lungo e corsetto in paillettes. La disponibilità, l’eleganza e la sua freschezza prendono in contropiede, tutto “concentrato” in 1 mt e 80 con tacco killer.

BIVN6

Foto Credits: Andrea Nascetti

Rimessa a posto la mascella caduta, l’abbiamo rubata alle mille attenzioni dei flash con 5 domande lampo. Ecco cosa ci ha raccontato Nima Benati in 10 intensi minuti di fluente parlantina schietta, entusiasta e genuina.

TER: Nima, raccontaci cosa si prova a partecipare a questo evento?

N.B. : “Un’emozione unica, mi sento tanto bambina, all’inizio tremavo e ho pensato: se la gente se ne accorge sono finita”
– La tremarella viene anche agli artisti, qui ci svela il lato naive della bimba con la Nikon in mano che sta vivendo un sogno –

“Quando ho incontrato Franca Sozzani (mitica direttrice della bibbia fashion Vogue Italia) ero in ritardo e mi sono precipitata struccata a presentarmi, io sono molto esuberante ma con lei non riuscivo a dire niente, perchè sai, è iconica. La vedi per tutta la vita su un giornale e poi è lì davanti ed è il tuo momento e pensi: adesso cosa le dico?”

TER: Parlami un po’ del tuo stile. Cosa ti rappresenta?

N.B. : “Per me la fotografia non è solo macchina e soggetto, ma si forma di tantissimi elementi, che partono dal vestito, trucco, capello, modella. Le donne sono fondamentali per me, ovvio ora sto cercando anche di mixare con soggetti maschili, però per me la rappresentazione femminile è il massimo.
Ciò che mi rappresenta è la bellezza, in tutti i campi, la bellezza del vestito, del tessuto, la bellezza anche dell’ambiente, perchè è importantissimo anche il set…è difficile che faccia scatti con il fondale bianco, mi piace creare una situazione, che ti possa comunicare qualcosa.
Ad esempio l’ultima campagna, di Vladimiro Gioia, l’ho scattato direttamente nella sala dove loro cuciono, magari non esce al primo sguardo, ma c’è una storia dietro.”

NimaBenati5

Foto Credits: © Nina Benati

TER: Sei molto giovane, come hai iniziato questo percorso?

N.B. : “Si, ho 21 anni, anche se nessuno ci crede mai quando lo dico!
Io ho iniziato a fare foto per pura vanità con la mia migliore amica e mi sono accorta che facendole a lei mi divertivo molto di più e avevo voglia di inventare sempre cose diverse, per cui ne ho iniziate a farne tante e mettendole su facebook è successo che persone mai viste in vita mia hanno cominciato a chiedermi di fotografarle. Così ho iniziato, con il lenzuolo bianco per terra e puro passaparola.”

NimaBenati.tmblr1

Foto Credits: © Nina Benati

– Con la fama arrivano a ruota anche le invidie e Nima ha le unghie pronte da sfoderare per difendersi – “Qualcuno dice : Ah se avessi i suoi soldi, se avessi le sue conoscenze  e io mi arrabbio, la mia famiglia è normalissima e umile, non ho fatto nulla, non conosco nessuno. Ci tengo a dirlo perchè quando scrivono quelle cose io ci rimango male, mi chiedo se devono proprio trovare qualcosa da dire piuttosto che parlino del mio lavoro, non di cose che non possono conoscere.”

TER: Un tuo mito a livello fotografico, a cui ti ispiri?

Mert&Marcus sicuramente (il duo artistico turco/gallese Mert Alas e Marcus Piggott) Mario Testino, e adoro follemente Giampaolo Sgura, come stile siamo diversi ma lo adoro come professionista, forse perchè a differenza di tutti gli altri è molto presente su instagram.
Sui social fa vedere la sua vita, come si lavora, i ritmi veri, la vita ogni giorno in un paese diverso…riporta alla realtà, quando mi lamento della stanchezza, mi ricorda i sacrifici che bisogna fare per stare in questo mondo, non puoi mai essere stanco.
E in più lui fa anche p.r. , va a tutte le feste, io non vado mai alle feste, la sera lavoro alle foto e poi sono stanca e invece è una parte importante farsi vedere…ma io sono pigra!”

NimaBenati4

Foto Credits: © Nina Benati

 

TER: Dai un consiglio beauty da chi sta dietro all’obiettivo, a tutte le ragazze?

N.B. : “Non seguire la moda, ma capire il proprio corpo e valorizzarlo, ad esempio io adesso metto sempre e perennemente gonne lunghe, all’inizio mi davano della zingara, ora le indossano tutti.
Imparare a mettersi in risalto, se hai il punto vita stretto non ti mettere una maglia larga, mettere sempre in mostra le proprie particolarità, la propria bellezza.”

NimaBenati3

Foto Credits: © Nina Benati

Nima ci ha raccontato una favola moderna, di talento che dal popolato abisso dei social network emerge con tanta grinta, dedizione instancabile e passione. Incarna un sogno di possibilità, con la consapevolezza di doversi fare il mazzo per avere una chance.

Sicuramente lei ha le carte giuste per fare strada, e sa come usarle, con la testa sulle spalle, concreta e spumeggiante è la scommessa su cui puntare per la nuova generazione della fotografia di moda made-in-Italy.

Ci sarebbe un’ultima domanda dall’editor: Nima…me la fai una foto? 😉

Tags:

- -

Lascia un commento anche tu!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *