Baccanale 2012: musica e cucina in tavola a Imola

 | 

Baccanale 2012: musica e cucina in tavola a Imola


Tempo stimato di lettura: 2 minuti

Musica e cucina sembrerebbero due mondi separati e isolati.
In realtà, sia gli chef che i musicisti devono partire da elementi singoli e separati per dare vita a nuove composizioni attraverso il processo creativo.
Ambedue partono da tradizioni e regole (le ricette, gli usi, gli spartiti, i canoni…) e, nel momento in cui procedono nell’esecuzione, danno forma ad un progetto che riflette la propria sensibilità.

Un piatto cucinato da due chef non sarà mai uguale all’altro, cosi come un brano eseguito da due musicisti non sarà mai perfettamente sovrapponibile.

Ma le analogie non finiscono qui!
Nella cucina, cosi come nella musica, è il tempo, nel dosare le singole note o ingredienti, a costituire la dimensione principale; cosi come l’armonia organizzata di un’orchestra che suona potrebbe essere affiancata alla complessa compsizione del gusto da parte degli ingredienti di un piatto.

Saranno state tutte queste bellissime suggestioni ad ispirare la nuova edizione di “Baccanale” la 15 giorni di mostre, degustazioni e incontri in cui i protagonisti sono proprio la musica e la buona cucina.

Anche quest’anno dal 3 al 18 novembre la rassegna imolese dedicata al cibo e alle arti, propone un calendario fitto, interessante e molto particolare. Ogni giorno cene a tema, proiezioni cinematografiche, incontri e, naturalmente, tanto buon cibo saranno il piatto forte della manifestazione che quest’anno vedrà inoltre affiancarsi concerti ed eventi letterari.

In più corsi di cucina e lezioni a tema andranno ad arricchire un palinsesto tutto dedicato alla esaltazione e alla ricerca del godimento

fisico ed intellettuale.

Tra le tante iniziative del ricchissimo programma ve ne vogliamo segnalare tre:

Domenica 4 dalle ore 10 alle 20 In piazza Gramsci si accenderanno i fornelli su “Cinquanta sfumature di Piada“. Azdore provenienti dai diversi territori di Romagna intrepreteranno il più classico dei cibi tipici in un evento dedicato al cibo di strada e alla piadina romagnola.

Sabato 10 sarà poi la volta di “Sfrigolando“, iniziativa di valorizzazione del cibo di strada: la più antica e autentica forma di ristorazione. Tra le tante prelibatezze del menù ci sarà anche anche il pesce di Cesenatico, gli arrosticini di pecora abruzzesi, la capponadda, il minestrone di Genova, i borlenghi e i ciacci dell’Appennino Modenese, fritti ascolani, castagne, castagnaccio e le frittelle di Castel del Rio. Alle ore 21, poi, da non perdere l’appuntamento con la musica con “Food Music – Che sapore ha la musica?“, iniziativa di ascolto e riscoperta dei sensi e delle sensazione tra, arte, musica e cucina.

Infine per Venerdì 16 vi segnaliamo il convegno “I suoni del Vino“, dalle ore 18 presso la Biblioteca Comunale. Sergio Galassi, professore ordinario dell’Università di Bologna e docente di Enologia, vi condurrà sui sentieri della vite alla scoperta  dell’arte della vinificazione interrotto, di tanto in tanto, dagli intermezzi musicali degli allievi della Scuola comunale di Musica Vassura Baroncini.

Anche per oggi il nostro spazio è finito, ma se volete conoscere tutte le altre iniziative di Baccanale 2012 vi consigliamo di sfogliare o scaricare il programma completo della manifestazione. dell’arte della vinificazione interrotto, di tanto in tanto, dagli intermezzi musicali degli allievi della Scuola comunale di Musica Vassura Baroncini.

 

Baccanale 2012” è un evento inserito nel calendario del Wine & Food Festival

Autore:

Esploratore e Avventuriero: ama navigare gli oceani, scalare le montagne più alte e surfare sulle onde del web

Lascia un commento anche tu!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *