ArteFiera: il punto rosso dell’arte contemporanea

 | 

ArteFiera: il punto rosso dell’arte contemporanea


Tempo stimato di lettura: 1 minuto

A Bologna c’è un punto rosso che ogni anno riempie di arte la città: è ArteFiera, giunta quest’anno alla sua 35a edizione. La fiera è nata nel 1974 (è stata la prima in Italia) allo scopo di stimolare l’ interesse per l’arte e per la ricerca artistica contemporanea nel nostro Paese, ed è oggi tra i più importanti appuntamenti della scena internazionale. Gli ambiti di interesse sono molteplici: dai maestri storici del Novecento, ai movimenti di avanguardia, fino alle ricerche e anticipazioni contemporanee, con la costante attenzione per la promozione di giovani artisti.

 

 

Questa edizione, che si terrà dal 28 al 31 gennaio, conta più di 200 gallerie partecipanti suddivise in tre settori (arte moderna, contemporanea e ultime tendenze). Tra gli appuntamenti in fiera segnaliamo la tavola rotonda Art Education Programs, organizzata da IACCCA (International Association of Corporate Collections of Contemporary Art), sul tema delle forme di art education, e due premi dedicati ai giovani talenti: il Premio Euromobil Under 30 e il 8. Premio Furla. Inoltre, nello spazio Art Cafè, la fiera propone ogni giorno incontri e presentazioni di libri e cataloghi d’arte con interventi di critici, artisti, editori e galleristi.

Gli eventi di ArteFiera però non si esauriscono tra i padiglioni: grazie alle manifestazioni ArteFieraOff, BolognaArtFirst e ArtWhiteNight, l’arte invade la città.

 ArteFieraOff racchiude diversificate e interessantissime iniziative (mostre, installazioni, performance, conferenze, film…) nei tanti musei e luoghi espositivi/culturali della città, ma anche della regione. Ecco il programma completo degli eventi in corso.

 BolognaArtFirst (dal 28 gennaio al 27 febbraio) propone un itinerario tra 15 luoghi storici della città che ospitano installazioni e interventi site specific: ogni visitatore potrà personalizzare il percorso, vivendolo come un viaggio intimo. Non a caso il titolo di quest’anno è “Se un giorno d’inverno un viaggiatore…”. Nel geo-blog (grazie a una Gmap e pulsanti plug-in), inoltre, i visitatori possono visualizzare e commentare su facebook le opere.

Sabato 29 infine le installazioni, i musei e le gallerie d’arte rimarranno aperti fino a mezzanotte per la ArtWhiteNight: ecco il programma.

Tags:

- -

Autore:

Social Media Manager per @inEmiliaRomagna e mamma a tempo pieno.
Amo viaggiare, sia fisicamente che con la fantasia, grazie a film e libri, e celebro ogni giorno con un sorriso.

Lascia un commento anche tu!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *