Arrampicate in Emilia Romagna

 | 

Arrampicate in Emilia Romagna


Tempo stimato di lettura: Meno di un minuto

Cavrenno, Badolo, Perticara, Maiolo: per la maggior parte dei nostri lettori questi nomi non dicono nulla. Ma se tra i vostri oggetti preferiti ci sono chiodi e scarponi, e se fin da piccoli il vostro sogno è quello di ascendere le montagne guardando il cielo da sotto in su, allora le località citate sopra vi sono sicuramente più familiari.
Perché? Perché Cavrenno, Badolo, Perticara, Maiolo– ma anche Rio Cozzi, Falesia Moretti e soprattutto la mitica Pietra di Bismantova– sono tra le destinazioni preferite dagli appassionati di arrampicata del Nord e Centro Italia.

E’ una disciplina giovane, l’arrampicata (wikipedia spiega che è nata solo negli anni Settanta) ma conta su un numero sempre crescente di cultori. Per praticarla ci vogliono passione, fisici allenati e una buona dose di coraggio- che a salire a mani nude su per una parete chiodata non tutti sono capaci. E sembra proprio che l’Appennino della nostra regione, con le sue falesie ed i suoi pendii scoscesi, offra alcune tra le palestre migliori del paese. Ne volete sapere di più? Potete documentarvi sul sito della Federazione Italiana Arrampicata Libera- che ha sede proprio a Bologna- oppure nel documentatissimo spazio di Evoluzione Verticale, società imolese di appassionati del campo.

Per nostra parte, stiamo preparando una piccola mappa Google con tutti i principali luoghi di arrampicata dell’Emilia Romagna. A risentirci con zaini e scarponi!
=)

Tags:


Autore:

Lascia un commento anche tu!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *