Anche quest’anno la Festa della Donna si celebra con l’Arte

 | 

Anche quest’anno la Festa della Donna si celebra con l’Arte


Tempo stimato di lettura: 1 minuto

Anche quest’anno il Ministero per i Beni e le Attività Culturali ha voluto dare il suo contributo alla Gioranta Internazionale della Donna partecipando con iniziative volte a sensibilizzare il pubblico verso le opere d’arte che da sempre hanno messo in risalto la figura femminile, quale musa ispiratrice e valorizzare le donne che hanno dato e continuano a dare il loro prezioso contributo all’arte.
Al fine di promuovere la conoscenza delle espressioni artistiche riferite a questo tema, il Ministero ha voltuto regalare a tutte le donne l’ accesso gratuito a tutti i musei, le ville, i monumenti, le aree archeologiche, gli archivi e le biblioteche statali italiane.
E cosi anche quest’anno l’Emilia Romagna si animerà di iniziative ed eventi celebrativi che andranno dalle visite culturali grautite fino alle feste della serali che sarebbe impossibile elecarvi tutti.

Da parte nostra quindi vi segnalaremo solo alcune delle tante inziative in Regione, rimandandovi per un elenco completo al sito del MiBAC.

Il Museo della Resistenza di Bologna propone, per la gionata dell’8 marzo una visita guidata con focus sul ruolo delle donne di Bologna nell’organizzazione resistenziale e nella vita quotidiana.

Il Museo Archeologico di Ferrara , in collaborazione con il Gruppo Archeologico Ferrarese, organizza sia l’8 marzo che sabato 10 una serie di visite guidate a tema
Il programma prevede, per la giornata di giovedì 8 marzo, visite guidate dalle 15.30 alle 16.30 mentre Sabato 10 marzo, le volontarie e i volontari del Gruppo Archeologico Ferrarese saranno a disposizione mattina e pomeriggio per l’accogliere i visitatori al museo. Alle 15.30, visita guidata alla mostra “L’amore ai tempi della guerra” allestita nella Sala delle Carte Geografiche.

A Modena invece il Museo del Balsamico Tradizionale organizzerà visite guidate e degustazioni di A.B.T.M. nei seguenti orari: ore 10.00, 11.00, 12.00, 15.30, 16.30, 17.30.Naturalmente per tutte le donne l’entrata sarà gratuita.

Da non perdere poi il percorso nelle Terre Matildiche  per scoprire un personaggio femminile attraverso le orme che ha lasciato nelle rocce: visita alla torre medievale di Rossenella ed alla scuola di scultura di Canossa dove il lavoro dei lapicidi medievali ritrova vita nella pietra incisa oggi con mani e sensibilità in buona parte femminili. Presentazione audio e video e aperitivo a base di sapori della tradizione.
Segnaliamo anche che la La Reggia di Colorno  parteciperà alla giornata celebrativa proponendo un giorno di arte e cultura con ingresso ridotto alla Reggia e gentile omaggio a tutte le donne nella giornata di giovedì 8 marzo.

Infine la Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici di Ravenna consentirà l’ingresso gratuito a tutte le donne all’interno di tutti i luoghi d’arte statali. L’agevolazione sarà valida per le province di Ravenna, Ferrara, Forlì-Cesena e Rimini.

Autore:

Esploratore e Avventuriero: ama navigare gli oceani, scalare le montagne più alte e surfare sulle onde del web

Lascia un commento anche tu!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *