All’aria aperta: Itinerando Emilia Romagna 2010

 | 

All’aria aperta: Itinerando Emilia Romagna 2010


Tempo stimato di lettura: 1 minuto

Itinerando 2010

Itinerando 2010

Si avvicina la primavera e, anche se le temperature non sono ancora propriamente primaverili, qui in redazione si sta diffondendo contagiosamente la voglia di stare all’aria aperta. Assaporare il risveglio della natura? Godere degli ultimi scampoli d’inverno e di neve? Non importa, la parola d’ordine è outdoor!
E allora rullino i tamburi e squillino le trombe:anche quest’anno si apre il sipario su Itinerando Emilia Romagna (siamo alla XVII edizione), il grande contenitore dedicato al turismo all’aria aperta, caratterizzato da un calendario di iniziative davvero ricchissimo, più di 150 eventi (scarica il calendario e visualizza gli eventi su www.escursioniemiliaromagna.com) per una full immersion nella natura! Dalle ciaspolate sulla neve e in notturna, alle visite ai parchi ed alle aree protette della regione, senza dimenticare le eccellenze legate alla storia e all’enogastronomia, con uscite dedicate alle antiche pievi e ai castelli, oppure ai funghi e ai tartufi, alle castagne e ai prodotti tipici delle nostre montagne. Spazio anche al trekking con uscite di 2 o 3 giorni e agli appassionati delle due ruote, che potranno inforcare la mountain bike!! Inoltre passeggiate guidate per tutta la famiglia e, per i più piccolini, campeggi estivi all’insegna del divertimento!
I percorsi hanno diversi gradi di difficoltà e ciascun itinerario è contrassegnato da una sigla che ne indica la tipologia: si va dalle passeggiate semplici (P) agli itinerari che possono prevedere sentieri con tratti impegnativi (E) alle escursioni più complesse caratterizzate anche da sentieri disagevoli e forti pendii (EE). Ci sono poi le proposte di trekking (T) e gli itinerari da percorrere in mountain bike (MTB).
Ma potete stare tranquilli… non sarete soli! Ad accompagnarvi ci saranno 24 guide ambientali escursionistiche felici di illustrarvi, non solo i percorsi, ma anche la flora, la fauna, le tradizioni e la storia dei luoghi che incontrerete.
Si potranno avvistare caprioli, volpi, tassi, fotografare orchidee, peonie, campanellini, andare alla scoperta delle trincee e dei resti della grande guerra, imparare a fare il pane e a riscaldare il forno nell’attesa che lieviti, ci si potrà incantare davanti allo spettacolo della fioritura dei ciliegi e persino ballare a perdifiato nelle aie…. Insomma, annoiarsi sarà davvero difficile!!!

Autore:

Lascia un commento anche tu!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *