Al museo con i bambini? 4 proposte per non annoiarsi mai!

 | 

Al museo con i bambini? 4 proposte per non annoiarsi mai!


Tempo stimato di lettura: 2 minuti

Intraprendere la visita ad un museo con i bambini è sempre stata una scelta difficoltosa. Musei troppo grandi, collezioni ricche e tante camminate impediscono spesso ai più piccini di appassionarsi alle storie raccontate nei nostri luoghi museali. Un disagio per i bimbi e per i genitori, che tra bagni, bar, pipì improvvise e pianti di stanchezza spesso rinunciano ad una visita completa della struttura.

Come coniugare allora le esigenze dei bimbi con quelle dei più grandi, in sostanza, come trovare delle strutture che riescano ad unire gioco e conoscenza?   Dipende dal gioco e dal tipo conoscenza!

Qui in Emilia Romagna abbiamo tanti musei che possono essere intriganti per l’occhio di un bambino, basta saperli scegliere con cura o trovare l’occasione di una visita pensata appositamente per questo tipo speciale di visitatori. Ecco quindi qualche segnalazione utile che abbiamo raccolto nel tempo, sia da genitori che c’erano già stati e si sono trovati bene, sia da semplici consigli che, nel corso dei mesi, la nostra community ci ha voluto dare.

Il Museo delle Carrozze di Palazzo Farnese

Antico mezzo di locomozione dotato di motore a due o 4 cavalli – nel vero e proprio senso della parola – le carrozze ha sempre avuto un fascino particolare. Sarà perché ricordano le diligenze dei film western, sarà perché riportano alla mente i fasti delle caste nobiliari, le carrozze esercitano un’attrattiva tutta loro. Il Museo delle carrozze di Palazzo Farnese a Piacenza è poi tra i più prestigiosi d’Italia sia per varietà di oggetti sia per conservazione e conta più di trenta esemplari, che vanno cronologicamente dal 1700 fino all’ avvento del trasporto a motore. Si aggiungono inoltre un carro funebre, tre esemplari di Sacre, un carro- pompieri, un carro-scala, una serie di carrozzini per bambini, carrozzelle per neonati e un bellissimo carretto siciliano.

Museo Storico del Soldatino “Mario Massacesi”

Chi non ha mai giocato da piccolo con i soldatini? Va bene, oggi ci sono i videogiochi che hanno sostituito i vecchi figurini, ma rimane il fatto che i soldatini, i loro equipaggiamenti e le ambientazioni continuano ad incuriosire i bambini di tutte le età.
All’interno del Museo del Soldatino di Bologna poi, ci sono pezzi di ogni genere: dai figurini in foglio ritagliati, a quelli in plastica, dalle riproduzioni per i War Games ad alcuni pezzi unici davvero particolari.

 

Museo della Preistoria “Luigi Donini”, San Lazzaro di Savena

Archi, frecce, mammut ed enormi e feroci felini preistorici. Impossibile non rimanere affascinati… soprattutto quando sono riprodotti fedelmente nel loro ambiente originale.
Il Museo della Preistoria “Luigi Donini” di San Lazzaro di Savena illustra due fra le più significative realtà del territorio: l’ambiente inteso come insieme di valori naturalistici e paesaggistici, al cui centro si situano gli affioramenti dei Gessi Bolognesi, e le testimonianze del primo popolamento umano.
Ricostruzioni scenografiche a grandezza naturale che permettono al visitatore di conoscere il volto dei primi uomini e i loro modi di vita, ammirare l’aspetto di alcuni animali scomparsi dell’ultimo periodo glaciale ed inoltrarsi all’ interno di un ambiente di grotta.

Parco Oltremare Riccione

Come non inserirlo nella lista dei luoghi/musei adatti ai più piccini? Il  parco riccionese, infatti, sembra fatto apposta per loro. Qui vi sono riprodotti i principali ambienti acquatici con i loro animali. Il parco poi è particolarmente attrezzato per famiglie e comprende al suo interno un’area “Nursery” e un area giochi interamente dedicata ai più piccoli.

Consigliamo la visita in stagione primaverile… il vostro piccolo potrebbe ritornare a casa completamente inzuppato di acqua! 🙂

Nel salutarvi anche oggi e nell’augurarvi una buona giornata vi segnaliamo poi i prossimi appuntamenti per le visite al museo di MammaCult: il primo progetto di visite guidate pensate e organizzate per un pubblico di future e neo mamme: in gravidanza, con passeggini, accompagnate da amiche, papà, nonni e bambini, o semplicemente mamme che hanno voglia di trascorrere una mattinata di svago e cultura.

Autore:

Esploratore e Avventuriero: ama navigare gli oceani, scalare le montagne più alte e surfare sulle onde del web