A spasso nella storia con Transromanica

 | 

A spasso nella storia con Transromanica


Tempo stimato di lettura: Meno di un minuto

C’è un tesoro nascosto nel cuore dell’Emilia Romagna, e quel tesoro si chiama arte romanica. Si tratta di un tesoro antico- che le sue prima vestigia affondano negli anni intorno al Mille- ma soprattutto si tratta di un tesoro mai abbastanza celebrato, ricco com’è di chiese, castelli, ricoveri e pievi perse tra il verde e la storia.

E’ proprio per celebrare tale patrimonio, ramificato in diversi paesi europei e rappresentato qui anzitutto trova qui le sue emergenze dal Duomo di Modena e dall’Abbazia di Nonantola, che la Provincia di Modena partecipa alla terza edizione di Transromanica, il grande cartellone europeo di eventi volti a promuovere e valorizzare i monumenti romanici e medievali in generale.

Nel corso del prossimo weekend, il terzo del programma internazionale, sono previsti conferenze, seminari, incontri, ma anche gite e visite guidate ai siti così da far emergere, si legge nel programma, “quel senso di eredità, di tradizione lungo i secoli […] delle peculiarità creative, intellettuali, artrigianali del territorio, che raggiunsero durante il medioevo uno dei momenti più alti“.

Inoltre, in un’ideale saldatura tra passato remoto e presente futuro, la manifestazione è anche presente sui social network. Cerca “Transromanica in 2.0” su Facebook e sarai aggiornato costantemente sul programma, od ancora consulta le novità sul blog www.walkinnandtalking.blogspot.com.

Autore:

Lascia un commento anche tu!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *