6° Festival Internazionale del Cibo di Strada & Paesaggi Culturali

 | 

6° Festival Internazionale del Cibo di Strada & Paesaggi Culturali


Tempo stimato di lettura: 1 minuto

Torna per il 6° anno consecutivo a Cesena il Festival Internazionale del Cibo di Strada che invaderà di “luverie” il centro storico e che accompagnerà fra l’altro la Notte per la Cultura [di cui vi parleremo tra qualche paragrafo =)].
Semplice nella preparazione, fortemente legato alle tradizioni agro-alimentari del territorio a cui appartiene, il cibo di strada è probabilmente la più “onesta” tra le diverse forme di offerta gastronomica, quella meno soggetta all’influenza di mode passeggere, quella che maggiormente consente di leggere la storia (non solo gastronomica) di una città.

Una ventina di isole gastronomiche in Piazza della Libertà, nel centro storico di Cesena, proporranno gustose specialità provenienti da tutto il mondo. Preparate già coltello e forchetta mentre vi “gusterete con gli occhi” la guest list dei cibi presenti al festival =)
Emilia-Romagna: Cesena, Cesenatico, Bagno di Romagna, Mercato Saraceno proporranno: “elaborazioni sul tema” della piadina e dei crescioni, “gusun fret”, pesce fritto al cono, tortello nella lastra, castagnaccio;
Parma invece: Torta fritta e salumi;
Liguria: Genova: fugassa, fainà;
Toscana: Firenze: lampredotto bollito e trippa alla fiorentina;
Sicilia: Palermo: pani ca’meusa, sfincioni, panelle, arancine di riso, cannoli;
Puglia: Alberobello: dal fornello della Murgia, salsiccia a punta di coltello, zampina, bombette;
Manfredonia: panzerotti;
Campania: Napoli: mangiamaccheroni, zeppole, crocchè, scagliuozzi, brodo di polpo e la vera pizza napoletana;
Alto Adige: Merano: con münchner Weißwurst, Brezel e senape dolce; meraner Hauswurst, Ur-paarl, senape e gekochtes vinschger Sauerkraut;
Provence: Arles e Séte: con pissaladière, panisses fris, tielle setoise;
Spagna: Barcellona: churros;
Kurdistan: con doner kebap, shish panir, falafel, kirkuk kebap, arak, cay;
Grecia: Atene: con souvlaky e gyros pita;
Marocco: tajin, cous cous, briouat, shai bi naanaa, the alla menta e dolci del deserto;
India: pakora, byriani, samosa, chay masala;
Perù: tamales de chancho, papas à la huancayna, tortillas de qinua, arroz chaufa, tarta de cocoa – marmoleada;
Messico: tacos, burritos, enchiladas, guacamole, tortillas, fajita;
Brasile: acarajé, abarà, empada, coxinhas, cocada de forno, bolo de tapioca;
Venezuela: arepas;
Thailandia: Thod Mun Plaa, Karee Puff Sai Kai, Mooh Satay.
Ed inoltre…vini e bevande provenienti da ogni territorio, gelati con i prodotti dei Presidi Slow Food, il gelato al latte e panna di Cesena e tanto altro ancora!

Come citato ad inizio post, la manifestazione accompagnerà il lungo week end per la cultura, una tre giorni con musica, teatro, arte e spettacoli. Sul sito ufficiale a disposizione il Programma del Week End il Programma per la Notte della Cultura e una sezione dedicata agli Artisti che sfileranno sul palco nel week end.