Viaggio lento in primavera con Trekking col treno

 | 

Viaggio lento in primavera con Trekking col treno


Tempo stimato di lettura: 4 minuti

Si sa, con l’arrivo della primavera siamo tutti animati da una maggior voglia di stare all’aria aperta e buoni propositi.
Ecco quindi che Trekking col treno anche questo anno torna a soddisfare in un colpo solo le nostre necessità dandoci modo di conoscere meglio la nostra regione.
Per chi ancora non conoscesse questo progetto ecco una breve presentazione. Si tratta di un calendario di escursioni, da marzo a dicembre, organizzati dal CAI di Bologna e Città Metropolitana di Bologna, che prevedono il raggiungimento del punto di partenza, nel rispetto dell’ambiente, con i mezzi pubblici: treno prevalentemente ma anche bus.
Viaggio lento in primavera con Trekking col treno. Un viaggio ecosostenibile e consapevole, per tutto l’anno, alla scoperta del territorio a piedi, lentamente, per comprendere al meglio cosa ha da raccontarci.

Viaggio lento in primavera con Trekking col treno 2017

Le 60 escursioni previste a piedi o in bicicletta solcheranno i sentieri del territorio bolognese, non solo in Appennino ma anche in pianura, con incursioni fino in Toscana e nella Bassa, alcune delle quali anche in lingua inglese.
Novità di quest’anno l’itinerario a tappe lungo la Via dei Santuari, Alta Via d’Appennino attraverso paesaggi naturali di grande bellezza, punteggiati di Santuari e antiche pievi. Si potrà andare anche alla scoperta dei luoghi di produzione di alcune eccellenze gastronomiche: il Tartutrek alla scoperta del Tartufo Bianco pregiato dei Colli Bolognesi, “Andiamo a marroni” a Castel del Rio e l’Alta Via della patata nei dintorni di Tolè.
Immancabile la classica escursione Barbiana-Monte Sole, un trekking di sette giorni (19-25 aprile) tra Toscana ed Emilia-Romagna lungo un percorso di pace sulle tracce di due importanti figure del Novecento: don Lorenzo Milani e don Giuseppe Dossetti.

Perché camminare all’aria aperta, lo sa bene anche chi lo fa anche di tanto in tanto, ti fa scoprire la storia di luoghi che pensavi conoscere, ti permette di allargare i tuoi orizzonti rendendoti più attento e più sensibile,  ti dà energia nonostante la fatica, ti rigenera dandoti la carica giusta aiutandoti a riscoprire le vere priorità della vita e talvolta anche a trovare le soluzioni ai tuoi problemi.
Concedetevi il lusso di vedere posti nuovi, toccare con mano tracce di storia, gustare i prodotti del sottobosco, respirare l’aria fine e pura e ascoltare la voce dei ruscelli: non vedrete l’ora di tornarci.
Ne guadagnerete in ricchezza spirituale.

Viaggio lento in primavera con Trekking col treno appennino

 

Per voi una selezione di alcune escursioni, a Marzo, Aprile e Maggio, che mi hanno incuriosito.

In bici al Museo delle Ocarine

Domenica 26 marzo 2017

Un percorso facile, 35 km, lungo strade secondarie e ciclabili fino a Budrio, il piccolo centro conosciuto in tutto il mondo per la famosa Ocarina –  il bizzarro flauto in terracotta – con sosta al Museo dedicato.
Un’occasione per conoscere un patrimonio culturale, storico e musicale unico apprezzato molto in Oriente (in Corea l’ocarina viene insegnata a scuola e ha sostituito l’insegnamento del classico flauto).

Mezzo di trasporto – Bici

Ritrovo – h.9.30 Parcheggio Centro Commerciale Via Larga

Arrivo previsto – h. 17.00

Pranzo al sacco

Viaggio lento in primavera con Trekking col treno in-bici-al-museo-delle-ocarine

I ciliegi di Vignola

Domenica 9 aprile 2017

Un percorso di media difficoltà, 24 km, ma di grande soddisfazioni visive grazie allo spettacolo naturale della bianca fioritura che ogni anno si ripete nella valle del Panaro. Si camminerà tra gli alberi fioriti che daranno vita alle gustose ciliegie di Vignola IGP. L’escursione si svolgerà nella giornata conclusiva della Festa della Fioritura.

Mezzo di trasporto – Treno + Bus

Ritrovo – h.8.10 Bologna Stazione Centrale Piazzale Ovest

Partenza a piedi – h. 8.50 Castelfranco Emilia Stazione

Arrivo previsto – h. 19.48 Autostazione Bologna

Pranzo al sacco

Viaggio lento in primavera con Trekking col treno i-ciliegi-in-fiore

Al rifugio più basso d’Italia 

Domenica 17 aprile 2017

Un percorso facile ad anello, 16 km, per una Pasqua alternativa nel tepore primaverile nel cuore del Delta del Po. Si raggiungerà il Casetto Bassarone CAI, soprannominato Rifugio, che non è altro che una vecchia casa di guardia del fiume Reno risalente agli anni 800, a ben 2  metri s.l.m.!
Escursione in ambienti di straordinaria valenza naturalistica che continua ad essere preservata (l’Ecomuseo di Argenta merita una visita) con tappa prevista anche alla Pieve di San Giorgio, attorno alla quale si sviluppò il primo nucleo di Argenta.

Mezzo di trasporto – Treno

Ritrovo – h.8.50 Bologna Stazione Centrale Piazzale Est

Partenza a piedi – h. 10.10 Consandolo

Arrivo previsto – h. 19.40 Stazione Bologna

Pranzo al sacco

Viaggio lento in primavera con Trekking col treno al-rifugio-piu-basso-ditalia

Orch-Idea 

Domenica 7 maggio 2017

Un percorso facile, 14 km, lungo un sentiero punteggiato di straordinarie e colorate orchidee selvatiche. Un mondo sconosciuto ai più che impareremo a conoscere, capendo che “solo il fiore che lasci sulla pianta è tuo” (A. Capitini).
Perché, in linea con la filosofia di Trekking col treno, “Un buon camminatore non lascia tracce.” (Lao Tzu – Tao Te Ching).

Mezzo di trasporto – Bus

Ritrovo – h.7.50 Bologna Autostazione

Partenza a piedi – h. 10.00 Monterenzio

Arrivo previsto – h. 19.05 Bologna Autostazione

Pranzo al sacco

Viaggio lento in primavera con Trekking col treno orchidea

Falchi, pennello, conchiglie 

Domenica 21 maggio 2017

Un percorso di medio difficoltà, 23 km, che nella Giornata nazionale dei Sentieri e delle Aree Protette ci porterà a camminare sulle antiche spiagge nella Riserva del Contrafforte Pliocenico.
Una passeggiata tra fossili – perfino di conchiglie – e arenaria sulle spiagge di quello che un tempo era un piccolo golfo marino durante il Pliocene (5-2 milioni di anni fa).

Mezzo di trasporto – Treno

Ritrovo – h.7.30 Bologna Stazione Centrale Piazzale Est

Partenza a piedi – h. 8.10 Pianoro stazione

Arrivo previsto – h. 18.32 Bologna Stazione Centrale

Pranzo al sacco

Viaggio lento in primavera con Trekking col treno falchi-pennello-conchiglie1

 

Come partecipare 
Mappa delle escursioni
Libretto escursioni 2017 in pdf

Il nostro consiglio, visto che il tempo primaverile può subire sbalzi termici importanti, è quello di prevedere un abbigliamento consono che preveda anche capi caldi e impermeabili (modalità cipolla ON) e un buon paio di scarpe comode, meglio se  impermeabili.

Buon viaggio trekker!

In Appennino il paesaggio è pulsante di vita. Vecchi borghi coperti di rovi, fontane di sasso ed enormi castagni ci parlano di una vita di fatiche e di semplicità, fatta di solidarietà, di gioie e di dolori. Tracce di carbonaie ci raccontano del lavoro nei boschi, mesi e mesi in capanne di rami e cortecce, con polenta e poco d’altro. Cippi confinari con scritte incise e ricoperti di muschio ci ricordano che i confini dell’uomo cambiano e quelli della natura molto meno. Sabbia e conchiglie ci svelano che stiamo camminando su antiche spiagge. Deboli tracce di trincee a testimonianza di donne e uomini che, non avendo la libertà, l’hanno cercata anche dando la vita.

Introduzione a Trekking col treno 2017

CAI CLUB ALPINO ITALIANO

Sezione “Mario Fantin” Bologna

 

Autore:

Sangue siculo - abruzzese, nata e cresciuta a Firenze, emiliano romagnola di adozione. Montanara inside da sempre da poco ha scoperto la sua passione anche per il mare...

Lascia un commento anche tu!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *