[ParlamiditER #205] A Parma con Verdi OFF: la musica cambia!

 | 

[ParlamiditER #205] A Parma con Verdi OFF: la musica cambia!


Tempo stimato di lettura: 1 minuto

Parlami di tER è una serie di racconti dall’Emilia-Romagna. Sono sguardi d’autore gettati sulla regione da persone che son natie, vivono o semplicemente si sono innamorate di questa singolare, bellissima, terra con l’anima.
Se anche tu vuoi raccontare l’Emilia-Romagna che si vede dalla tua finestra sei benvenuto. Basta una mail a inemiliaromagna@aptservizi.com o un commento qui sotto!


Su tutti i giornali si sente parlare di Verdi OFF, la rassegna che sta portando le opere di Giuseppe Verdi fuori dalla cornice del Teatro Regio, una festa per la città che trascina parmigiani e turisti tanto in centro quanto in periferia, nei luoghi pubblici e nelle case della gente..eh sì, perché in programma ci sono perfino concerti nei salotti privati!

Tanti festival si dotano di rassegne di questo tipo perché sentono la necessità di valorizzare maggiormente l’aspetto festivaliero. L’obiettivo è raggiungere non solo il pubblico degli spettacoli, ma anche chi è di passaggio, perché questa rassegna rappresenta la voglia del Teatro Regio, di Parma, dei suoi cittadini di far percepire a tutti un’atmosfera gioiosa e di festa.

Dai tramonti verdiani alle visite speciali nei luoghi che hanno fatto la storia della musica, dalle passeggiate in carrozza per il Parco Ducale alle mostre fotografiche, dai recital in salotto ai balconi in festa, senza dimenticare ristoranti, trattorie e locali che dedicano una serie di prelibatezze e menù speciali in occasione del festival.
E poi ci sono gli artisti: Peter Greeneway, Alessio Bertallot e tanti altri hanno contribuito a fare di Verdi OFF una rassegna ricchissima.

  • Duomo di Parma

  • Teatro Farnese

Gli appuntamenti sono tanti e tutti diversi, consultabili nel calendario ufficiale. Perché Verdi OFF vuole essere di tutti, di chi vive, ama o passa per Parma in questo periodo. Come di tutti è “Parma, io ci sto!”, l’associazione che ha deciso di sostenere Verdi OFF, simbolo di un territorio che vuole tornare a puntare su quelle eccellenze che da sempre sono il suo valore aggiunto: il buon cibo, la cultura e l’innovazione. È il segno della straordinaria accoglienza e del grande interesse per un percorso comune che coinvolge istituzioni e cittadini, pronti a dare il loro sostegno, a proporre idee, partecipare alla vita della città e del territorio e a raccontare lungo le strade il perché “ci stanno!”.

Ed è proprio nelle strade e tra le persone che Verdi OFF andrà in scena, fino al 30 ottobre, con le sue tante iniziative. Pronto a partecipare? La musica verdiana diventa di tutti, anche tua!

Info
Facebook: Parma, io ci sto – Verdi OFF
Sito: parmaiocisto.com
Hashtag: #parmaiocisto #verdiOFF

Verdi OFF 01

Autore:

Lascia un commento anche tu!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *