[ParlamiditER #219] Mattarello(a)way

 | 

[ParlamiditER #219] Mattarello(a)way


Tempo stimato di lettura: 2 minuti

Parlami di tER è una serie di racconti dall’Emilia-Romagna. Sono sguardi d’autore gettati sulla regione da donne e uomini che son nati, vivono o semplicemente si sono innamorati di questa singolare, bellissima, terra con l’anima. Se anche tu vuoi raccontare l’Emilia-Romagna che si vede dalla tua finestra sei benvenuto. Basta una mail a <turismoemiliaromagna@gmail.com> o un commento qui sotto!


Ogni volta è così, chiudi la valigia e ti si apre un mondo di emozioni: l’eccitazione per il viaggio, il desiderio di scoprire e conoscere nuovi luoghi e nuovi sapori, la gioia di un’avventura che comincia… e poi quel pizzico d’ansia per la partenza, gli orari dei mezzi di trasporto, le lingue diverse, l’incertezza di aver messo tutto quello che ti serve nei chili previsti del bagaglio, gli imprevisti, immaginare come sarà, e soprattutto il desiderio di farsi sorprendere.

E chissà come sarà questa volta: destinazione Giappone, una nuova avventura che durerà per tutto il mese di luglio, da sud a nord, attraversando l’intero paese del Sol Levante, dove la gente non parla ma sussurra.

Ma vi starete chiedendo cosa c’entra l’etereo Giappone con la sanguigna Romagna?
Tutto nasce dalla nostra voglia di viaggiare e conoscere altre culture e dalla passione per la cucina romagnola, che ci lega a questa amata terra. Il nostro progetto si chiama Mattarello(a)way.

Il mattarello è lo strumento che portiamo in giro per il mondo durante i nostri viaggi. Il mattarello come strumento, come via e mezzo per conoscere persone e tradizioni. Perché l’essenza di Mattarello(a)way è lo scambio cultural-culinario, la condivisione di cultura e cibo attorno a un tavolo, in una sorta di gemellaggio Romagna – Mondo. Crediamo fermamente nella cucina come specchio culturale di ogni società. Il cibo può diventare uno straordinario ponte di contatto tra individui.

Mattarello(a)way siamo noi: Candida – romagnola di nascita e nell’anima, ingegnere di formazione e cuoca per passione – e Sanja – nata nei Balcani, vissuta in Scandinavia, spirito nomade ma ora stanziata in Italia.
Due donne, sei Paesi attraversati nel sud est asiatico, tante città visitate tra Europa e Oriente, molte ricette raccolte, centinaia di piatti preparati. Così nasce nel 2013 Mattarello(a)way, progetto di scambio cultural-culinario, nella ferma convinzione che la conoscenza tra le persone passi anche dal cibo tipico del territorio a cui queste appartengono.

Il progetto si basa sul baratto culinario: a chi accetta il nostro incontro, sveliamo l’arte emiliano-romagnola della pasta fatta in casa o della tipica piadina, in cambio dell’insegnamento di una ricetta casalinga, patrimonio della loro personale tradizione familiare. Un progetto tutto al femminile: poiché la tradizione gastronomica casalinga risiede nel sapere secolare tramandato di generazione in generazione tra le donne di una famiglia, come ho fatto io, Candida, con mia nonna, imparando l’arte della sfoglia.

Nel 2015 il nostro progetto è diventato Associazione culturale con lo scopo principale di promuovere il patrimonio gastronomico della Regione Emilia-Romagna all’Estero. La nostra Associazione offre scambi cultural-culinari in Italia e all’estero, promuovendo i prodotti del nostro territorio e programmando i corsi di insegnamento dell’arte tradizionale locale che più ci caratterizza, quella della sfoglia fatta a mano. È un po’ il marchio di fabbrica della nostra regione e vogliamo farlo conoscere all’estero, portandolo direttamente nelle case (anche nei ristoranti a volte! Proprio come è successo in India). Siamo felici di definirci attraverso la cucina ambasciatrici culturali della Romagna nel Mondo!
Ma non solo. Organizziamo anche eventi per far conoscere la cucina dei Paesi visitati. Quando non viaggiamo e siamo a casa, tramite i nostri pop up gastronomici (eventi che ci permettono di autofinanziarci e di continuare a sviluppare la nostra idea) facciamo da ponte culturale facendo conoscere agli italiani cucine e mondi lontani, attraverso piatti ispirati e contaminati dalle nuove conoscenze e sapienza di ingredienti che abbiamo acquisito viaggiando, testando, scoprendo, assaporando.

Se siete curiosi, se siete “folli” e “affamati”, se volete scoprire che cosa c’entra l’alga spirulina con la piadina o il tè verde con le tagliatelle, seguiteci su mattarelloaway.com e sulla nostra pagina Facebook.
Sul nostro travel blog potete inoltre seguirci durante questa nuova avventura nipponica.
Candida e Sanja

Autore:

Candida e Sanja sono le fondatrici di Mattarello(a)way, un progetto di scambio cultural-culinario tra la Romagna e il Mondo.

Lascia un commento anche tu!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *