Travel Emilia Romagna

0

[Parlami di tER #42] Da Speyer a Ravenna – 5 giorni emiliano-romagnoli

Elisa Mazzini 02/05/2012

Parlami di tER è una serie di racconti dell’Emilia-Romagna. Sono sguardi d’autore gettati sulla regione da donne e uomini che son nati, vivono o semplicemente si sono innamorati di questa singolare, bellissima, terra con l’anima

—-

Il Parlami di tER questa volta è un po’ diverso dagli altri, un po’ speciale. E’ un Parlami di tER corale, a più voci, dove le impressioni di più persone si uniscono per dar vita a quella che dopotutto è stata un’esperienza generale, simile ed unica per tutti coloro che l’hanno vissuta.

Stiamo parlando di un gruppo di cittadini che arriva da assai lontano, qualcosa di loro ve ne avevamo già accennato in precedenza. Sono i cittadini di Speyer, piccola città della Germania medio-meridionale, che nel periodo successivo alla Pasqua sono soliti venire in vacanza presso Ravenna, loro città gemellata.
Un gruppo di oltre 30 cittadini è arrivato qui in Emilia-Romagna per andare alla scoperta dei tesori di questa regione, e noi abbiamo potuto “registrarne” le impressioni e le idee, scoprendo, anzi, ri-scoprendo da un punto di vista alternativo la ricchezza del nostro territorio.

Molte delle cose che noi forse consideriamo scontate ritrovano talvolta un valore nuovo e un’importanza inedita agli occhi di chi il posto lo vive da “estraneo”. Il cibo romagnolo, i mosaici di Ravenna, le saline di Cervia, il formaggio di fossa, i portici di Bologna, il pesce e la verdura italiani, lo shopping e lo stare insieme.
Aver sentito i loro racconti e averli incontrati ci ha veramente dato idea di quanto fosse ampio il loro entusiasmo e di quanto in fondo ci sia di diverso e unico in ogni Paese.

Il loro programma, ben nutrito per una toccata-e-fuga di 5 giorni, li ha totalmente immersi negli usi e costumi locali, rendendoli un po’ cittadini italiani, con tanto di colloquiali “Mille Grazie”, “Buongiorno” e “Bella Italia”! Di ogni città da loro visitata hanno saputo cogliere aspetti particolari e unici.
Di Ravenna li ha entusiasmati l’ambiente familiare e amichevole, in particolare la cena col gruppo di amici di Speyer assieme all’allegro canto dei Canterini Romagnoli, tipico e tradizionale. La visita guidata della città li ha aiutati a vedere le cose più degne di nota, e la parola “cultura” risuonava spesso nelle loro opinioni riguardo le città che hanno visto.
Il mercoledì, fra l’odore del mare e della spiaggia di Cervia, l’ottimo pranzo a base di pesce della durata di ben oltre 3 ore [come ci hanno voluto far notare entusiasti più volte] e l’assistenza alla preparazione del formaggio di fossa a Sogliano del Rubicone, il gruppo ha sperimentato cose totalmente nuove, che “là da loro non ci sono”; “Bellissimo!“, insomma.
La giornata trascorsa a Bologna non è stata da meno; gli edifici e le chiese storiche, i piccoli negozietti, la frutta e le verdura e il pesce esposti in gran quantità, le belle scarpe e le borse, il tempo piovigginoso che ha mostrato loro l’utilità dei portici più lunghi del mondo [loro stessi già sapevano quant’è il totale dei chilometri!].

L’Emilia Romagna loro l’hanno vista così, bella e solare, unica nel suo genere, piena di cose da sperimentare, vedere e assaggiare, una ,,Erfahrung” da ripetere, un’esperienza. Ecco qui qualche frammento delle loro voci e delle loro impressioni. Per questa volta, vi ParliAMO di tER:

“Un grande grazie di tutto, è stato tutto veramente bello e in questi giorni ho imparato davvero tanto”.

“E’ stato un viaggio davvero bene organizzato. In particolar modo mi è piaciuta molto la visita guidata a Ravenna. Anche i numerosi consigli che ci sono stati dati dalla community di TurismoEmiliaRomagna riguardo i luoghi da visitare in questi 5 giorni sono stati davvero utili (ad es. La visita alla torre degli Asinelli di Bologna), così come i suggerimenti sui vari locali in cui degustare le specialità del luogo”.

“Le informazioni lungo il viaggio sono state significative e ben dosate per una nostra buona preparazione”.

“Un mix interessante di informazione e disponibilità. L’esperienzia più interessante è forse stata la serata trascorsa presso i Canterini Romagnoli, il gruppo corale di Ravenna, che ha mostrato una straordinaria ospitalità e un ottimo servizio. Un grazie particolare alla nostra guida turistica e ai nostri amici italiani”.

“Sono estasiato dalla mia bella Italia! Mi sono veramente goduto questi giorni qui. Un grazie per la perfetta organizzazione (senza voler esagerare); anche l’hotel a Ravenna era veramente bello”.

“E’ stata una vacanza indimenticabile, dove tutto è andato per il meglio. Purtroppo adesso a casa ci toccherà mangiare di nuovo minestra di verdure per tornare in forma!”.

“Mi sono trovato davvero ben fornito di informazioni sia prima che durante il viaggio! E’ molto probabile che il prossimo anno torneremo qui in Emilia-Romagna con il gruppo”.

“La nostra prima gita di gruppo non sarà assolutamente l’ultima. Ogni cosa è stata organizzata e preparata al meglio. Il nostro verdetto? Siamo più che entusiasti! Mille Grazie“.

“Una vacanza unica, con tanta tanta cultura e un programma davvero speciale, con informazioni dettagliate riguardo al luogo e agli usi e costumi della gente, buon hotel, compagni di viaggio simpatici, insomma questa non è sicuramente stata la nostra ultima volta!”.

“Non vediamo l’ora di tornare a Ravenna, ogni anno è una nuova esperienza”.

“Preparazione del programma eccellente, guide turistiche ottime. Unici i giorni a Ravenna e a Bologna”.

“La visita di Ravenna coi suoi innumerevoli e splendidi mosaici è stato un momento clou. Anche tutto il resto del viaggio, l’incontro con il Freundeskreis (il gruppo gemellato di Speyer a Ravenna), il servizio in hotel, l’incantevole canto dei Canterini Romagnoli, il Museo del Sale a Cervia, il pranzo a base di pesce, la preparazione del formaggio di fossa a Sogliano al Rubicone, il paesaggio e le città, mi sono vissuta ogni momento al massimo. E poi Bologna: la città con i suoi splendidi edifici, le Due Torri e tutte le chiese; tutto davvero impressionante. Senz’altro è stato di grande aiuto la buona guida, grazie alle sue dettagliate spiegazioni.  Ho apprezzato molto i lunghissimi portici (ben 38 km), specialmente col tempo un po’ piovigginoso, e tutti i diversi e innumerevoli negozietti specifici e unici nel loro genere. Grazie che abbiamo potuto vivere tutto questo”.

Infine, Barbara (presidentessa del Freundeskreis Speyer-Ravenna e organizzatrice dell’annuale gita di gruppo): “Sono stati tutti davvero entusiasti del viaggio: la guida turistica nella città dei mosaici, il buon cibo, il menù a base di pesce a Cervia (queste cose non ci sono da noi!) che abbiamo degustato per oltre 3 ore dalle 12.00 alle 15.30…è stato un piacere davvero eccezionale. Una compagna di viaggio si è persino comprata sei paia di scarpe e tre borse a Ravenna. Le scarpe, già, anche questa è una particolarità molto amata, e qui da noi infatti si dice: Scarpe come quelle italiane qui non si trovano!”.

La versione originale in lingua tedesca e inglese si trova qui.
Ravenna e Speyer sono gemellate dal 1989. Barbara Mattes è dal 2004 la presidentessa del Freundeskreis Speyer-Ravenna. Ogni anno a Pasqua un bus porta gli abitanti di Speyer a Ravenna, e i ravennati a loro volta si recano a Speyer per il Brezelfest (la festa dei Brezel) a luglio e per i mercatini di Natale durante la prima settimana dell’Avvento.

Leave a Comment

Login to your account

Can't remember your Password ?

Register for this site!

Ciao!

X

This blog is mostly in Italian.

Don’t speak Italian? Non è un problema, we speak English too =) Click on the button below to be redirected to our English-speaking blog

Go to the english blog!