#myER_ceraunavolta: 4 InstaTER in un giorno

 | 

#myER_ceraunavolta: 4 InstaTER in un giorno


Tempo stimato di lettura: 6 minuti

Il nostro secondo concorso Instagram #myER_ceraunavolta (dedicato ai luoghi ed oggetti della memoria in Emilia Romagna) continua e per dare a tutti ancora più occasioni di scattare foto e concorrere, abbiamo in serbo una nuova bella sorpresa per il sabato in arrivo!

Il 16 marzo infatti stiamo organizzando 4 uscite fotografiche in contemporanea, comprensive di 6 visite guidate dedicate ai luoghi della tradizione e della storia locale.

1) Le Botteghe Storiche di Ferrara;
2) Le Botteghe Storiche di Bologna;
3) Il centro di Parma e 4) il Museo Guatelli + Museo del Pomodoro a Collecchio;
5) Il Quartiere Razionalista di Forlì e 6) il Museo dell’Uomo e dell’Ambiente + Museo della Fortezza di Castrocaro.

Ecco le iniziative in dettaglio:

FERRARA

InstaTER botteghe storiche Ferrara

A Ferrara passeggeremo alla scoperta delle botteghe storiche della città: da quelle legate al mondo della gastronomia [caffè, vino, gelato, pampepato..] a quelle dell’attività artigianale tradizionale [tessuti, gioielli, bilance, biciclette, ceramiche..].

Appuntamento alle 14.00 presso l’ufficio IAT che si trova nel cortile interno del Castello Estense, dove saremo accolti da un membro dello staff che ci fornirà tutte le indicazioni e una mappa con l’elenco delle botteghe selezionate. Dopodiché chi vorrà potrà accodarsi a noi, oppure si potrà muovere liberamente seguendo il proprio itinerario personale [la passeggiata prevede una durata massima complessiva di circa 3 ore].

Ecco la GoogleMap del percorso.

L’iniziativa è totalmente gratuita ma se desiderate partecipare vi chiediamo la cortesia di iscrivervi al relativo Eventbrite, inserendo nome, cognome e indirizzo email.

Qui tutte le info su come arrivare in treno o in auto, e sui parcheggi [vedi mappa].

PARMA

L’uscita fotografica di Parma è suddivisa in due appuntamenti consecutivi -uno alla mattina e uno al pomeriggio- e potrete decidere se partecipare all’uno, all’altro o a entrambi.

NB: ogni passeggiata ha un Eventbrite dedicato, quindi se desiderate partecipare a entrambe la visite guidate dovrete iscrivervi sia all’Eventbrite di Parma che all’Eventbrite di Collecchio.

Il primo itinerario, quella della mattina, è dedicato a Parma città: la nostra guida Giulia Marinelli ci condurrà alla scoperta dei luoghi legati alla vita tradizionale della città.

InstaTER Parma

Appuntamento alle 10.30 in Piazza Garibaldi 1, davanti all’ufficio IAT, luogo da cui partirà la nostra passeggiata fotografica. L’itinerario ha una durata di circa due ore e toccherà le Botteghe Storiche e Artigiane nella zona del Duomo, le Vecchie Cappellerie e i borghi dell’Oltretorrente.

Qui l’Eventbrite di iscrizione gratuita. NB: per motivi organizzativi, il numero massimo di partecipanti è fissato a 25.

Qui tutte le indicazioni sui parcheggi della città (vedi mappa); i parcheggi a pagamento più comodi sono il Toschi e il Goito, entrambi a 5 minuti a piedi dal punto di ritrovo (NB: per andare al Goito è meglio non seguire le indicazioni del navigatore poiché fa passare dal centro storico della città, meglio seguire Stradone Martiri della Libertà).

Il pomeriggio invece ci muoveremo nella provincia di Parma, verso Collecchio.

InstaTER Collecchio

Il nostro secondo itinerario toccherà:
> ilMuseo del Quotidiano” Ettore Guatelli, dove sono custoditi gli oggetti d’uso comune collezionati dal maestro elementare nel corso degli anni, preziosa testimonianza del mondo contadino e artigianale del territorio. Il Museo, definito dallo stesso Guatelli anche come “museo dell’ovvio”, racconta attraverso gli oggetti esposti gli antichi saperi e modi di vivere della tradizione locale, preservandone memoria ed eredità culturale dallo scorrere del tempo. Il Museo si trova nella casa colonica abitata dalla famiglia Guatelli a Ozzano Taro, alle pendici delle prime colline dell’Appennino parmense [qui tutte le info su come arrivare].
> la Corte di Giarola, un antico complesso monastico risalente al medioevo, oggi sede delle attività del Parco Fluviale Regionale del Taro nonché del Museo del Pomodoro, uno dei 19 Musei del Gusto dell’Emilia-Romagna. Il Museo ripercorre le vicende storiche di questo ortaggio, comparso nel territorio durante la seconda metà dell’Ottocento: ne approfondisce le peculiarità dal punto di vista geografico e agronomico, ne illustra le tecniche di coltivazione e propone anche la ricostruzione di un’antica fabbrica delle conserve, con macchinari d’epoca. Si accede al complesso da Strada Giarola 11, Collecchio [qui tutte le info su come arrivare].

Entrambi i Musei saranno a ingresso gratuito e chi lo desidera potrà anche fruire di un servizio transfer gratuito dal centro di Parma alle destinazioni, e ritorno (massimo 50 posti). Il bus partirà alle 14.00 dalla stazione bus su Viale Paolo Toschi (a metà tra Ponte Verdi e Viale IV Novembre, accanto al Palazzo della Pilotta, nel punto dove abitualmente si fermano le corriere turistiche – vedi GoogleMap). Saremo quindi suddivisi in due gruppi e ogni gruppo verrà accompagnato in uno dei musei per poi, a metà pomeriggio, scambiarsi di location.
Chi vorrà spostarsi con il proprio mezzo, potrà comunque partecipare presentandosi alle 14.30 presso il Museo Guatelli e alle 16.00 presso il Museo del Pomodoro.
Percorreremo il Museo Guatelli con visite guidate a piccoli gruppi della durata di circa 1 ora e mezza, comprese le soste per fare le foto. Presso il Museo del Pomodoro saremo invece accolti con una breve visita guidata iniziale (a cura di Elena Hamisia) della durata di 30 minuti e poi avremo un’ora di tempo per girare liberamente e scattare le nostre foto.

Anche in questo caso, se desiderate partecipare vi chiediamo la cortesia di iscrivervi al relativo Eventbrite, inserendo nome, cognome e indirizzo email.

Nota per i fotografi: gli spazi andranno ripresi così come effettivamente sono; in caso di presenza di altro pubblico sarà cura dei singoli farsi rilasciare liberatoria dalle persone riprese (se riconoscibili).

PS: se quando tornate a Parma avete voglia di qualcosa di buono, fino alle 22 nel Palazzo del Governatore c’è il SenseOfWine, un’occasione per degustare i migliori vini dell’Emilia Romagna, combinati con l’assaggio dei prodotti tipici (ingresso 15€, comprensivi del bicchiere da degustazione e della taschina portabicchiere).

FORLì

L’uscita fotografica di Forlì è suddivisa in due appuntamenti consecutivi -uno alla mattina e uno al pomeriggio- e potrete decidere se partecipare all’uno, all’altro o a entrambi.

NB: ogni passeggiata ha un Eventbrite dedicato, quindi se desiderate partecipare a entrambe la visite guidate dovrete iscrivervi sia all’Eventbrite di Forlì che all’Eventbrite di Castrocaro.

L’appuntamento della mattina è dedicato al Quartiere Razionalista di Forlì, dalla Stazione Ferroviaria a Piazzale della Vittoria.

InstaTER Forli

Appuntamento alle 11.15 davanti l’ingresso della stazione. Quindi, accompagnati dalla guida Elisa Garavini, visiteremo esternamente alcuni tra i luoghi più significativi dell’architettura del ventennio nel Comune di Forlì.

Durante degli anni del regime fascista infatti nello spazio urbano cittadino vennero realizzati numerosi interventi urbanistici che hanno segnato in profondità il volto di Forlì, con la realizzazione di edifici e monumenti i cui stili spaziano dal razionalismo all’eclettismo. La visita guidata approfondirà la storia e la funzione dei luoghi visitati e ci segnalerà scorci suggestivi di palazzi e luoghi legati all’epoca, particolari e spunti utili ad ispirarci nella realizzazione dei nostri scatti.

Il nostro itinerario, della durata di circa un’ora e mezza, toccherà: la Stazione, le Case INCIS, la Scuola elementare, l’ITIS, l’Ex GIL, l’Ex Collegio Aeronautico Palmezzano (dove potremo entrare per vedere e fotografare i mosaici), Piazzale della Vittoria e il Monumento alla Vittoria, la Stazione Agraria e le Palazzine Bazzani-Benini.

Qui l’Eventbrite di iscrizione gratuita. NB: per motivi organizzativi, il numero massimo di partecipanti è fissato a 30.

Se arrivate in automobile, ecco la mappa dei parcheggi del centro città di Forlì.

L’appuntamento del pomeriggio è invece dedicato a Castrocaro.

instater_castrocaro terradelsole

Appuntamento alle 15.30 presso la sede della Proloco di Terra del  Sole in Piazza D’armi 2 (ndr: Piazza D’armi è la denominazione turistica della piazza, che in realtà si chiama Piazza Garibaldi, a Castrocaro Terme e Terra del Sole). Da lì partirà la nostra visita al Museo dell’Uomo e dell’Ambiente, il cui percorso espositivo approfondisce la storia degli insediamenti nella valle del fiume Montone, dalla preistoria fino ai giorni nostri. Il Museo si trova all’interno del Palazzo Pretorio e la nostra visita, della durata di circa un’ora, sarà accompagnata dal Presidente della Proloco di Terra del Sole Enzo Amadori.
Ci consigliano di lasciare l’auto nel parcheggio pesa comunale, direzione Castrocaro, subito dopo l’uscita dalle mura di Terra del Sole, sulla sinistra.

Alle 16.30 la visita proseguirà alla Fortezza di Castrocaro, considerata uno dei più interessanti esempi di architettura fortificata medievale, e al suo Museo Storico, che conserva numerosi reperti storici dalla preistoria fino al Rinascimento e oltre. La nostra visita, sotto la guida del Presidente della Proloco di Castrocaro Elio Caruso, durerà circa un’ora e mezza.
Per il parcheggio, ci consigliano di lasciare l’auto nel parcheggio di Via Cantarelli – Conad City [a circa 500 metri dal centro storico].

Entrambi i Musei saranno a ingresso gratuito e anche in questo caso, se desiderate partecipare vi chiediamo la cortesia di iscrivervi al relativo Eventbrite, inserendo nome, cognome e indirizzo email.

BOLOGNA

InstaTER Botteghe Storiche Bologna

A Bologna passeggeremo alla scoperta delle botteghe storiche e degli antichi mestieri della città: dal droghiere al liutaio, dal salumiere all’orefice.

Appuntamento alle 15.15 davanti all’ufficio IAT in Piazza Maggiore 1/e, luogo da cui partiranno due passeggiate fotografiche contemporanee, sotto la guida di Lorella Grossi e Simonetta Raimondi.

Il primo itinerario si svolgerà tra le Botteghe di Tradizione e Pregio del Quadrilatero, nella zona del cosiddetto “Mercato di Mezzo” di Bologna. Ecco le tappe: Oreficeria Serrazanetti, Alle isole Shetland De Paz, Panificio Atti, Zinelli tessuti, Bottega della luce, Melega, Aguzzeria del Cavallo, Simoni, Pescheria Brunelli e le insegne di via Clavature (insegna in ceramica di Garagnani e a bandone della Cartoleria Palumbo e di Schiavina).
La visita guidate terminerà alle 18.00 presso l’Osteria del Sole, una delle più antiche osterie di Bologna [esiste fin dal 1465!], dove chi vorrà potrà prendere un aperitivo in compagnia e continuare a scattare foto al suo interno [siccome siamo in periodo di spending review, la consumazione sarà a carico dei partecipanti -i prezzi dell’Osteria sono comunque modici-].

Il secondo itinerario si svolgerà tra le Botteghe Storiche delle Vie delle Acque e del Ghetto. Ecco le tappe: Enoteca Faccioli, Ex Simon Gavina, Nuova Bottega del Luzzo, Max e Giò, Liuteria Stefanini, Salumeria Bruno e Franco, Al Regno della Forma, Drogheria della Pioggia, Ristorante Donatello.

Ndr: gli itinerari sono ancora in via di definizione, quindi potrebbero subire qualche modifica nei prossimi giorni.

Le iniziative sono gratuite ma se desiderate partecipare vi chiediamo la cortesia di iscrivervi al relativo Eventbrite, inserendo nome, cognome e indirizzo email.
NB: per motivi organizzativi, il numero massimo di partecipanti ad ogni gruppo è fissato a 25.

Logo Città d'Arte ERLe iniziative sono organizzate in collaborazione con la community degli Igers dell’Emilia Romagna, l’Unione delle Città d’Arte dell’Emilia-Romagna, i Comuni e le Province aderenti.

Autore:

My roots are in Bologna but I love traveling, both physically and with imagination, thanks to books and movies. Communication and crowdsourcing are my bread and butter.

Lascia un commento anche tu!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *