Menù natalizio alternativo made #InEmiliaRomagna

 | 

Menù natalizio alternativo made #InEmiliaRomagna


Tempo stimato di lettura: 4 minuti

Idee per un menù natalizio alternativo a base dei prodotti enogastronomici DOP e IGP della Via Emilia

E’ arrivato il momento. Se fino ad ora avete rimandato la decisione non potete più attendere per decidere il menù del pranzo più atteso dell’anno. Oggi proviamo ad esservi di aiuto proponendovi un menù natalizio alternativo (ma non troppo) tutto a base di  prodotti enogastronomici DOP e IGP dell’Emilia Romagna suggerendo anche alcuni abbinamenti enologici con i vini DOC e DOCG regionali.
Gran parte delle eccellenze enogastronomiche sono facilmente reperibili nei supermercati o nelle migliori salsamenterie ed enoteche d’Italia. Siamo certi che renderanno indimenticabile il pranzo più magico dell’anno: a chi è lontano da casa facendo riassaporare il gusto della terra natia, ai turisti rientrati a casa riportando alla memoria le esperienze vissute in vacanza e ai fuorisede facendogli apprezzare il lato enogastronomico della nostra terra.
Correte dunque a prendere carta e penna, questo è il nostro menù natalizio alternativo, made #InEmiliaRomagna.

Da me e dall’intero Staff di TER i migliori auguri di un Felice Natale e sereno anno nuovo.

menù natalizio alternativo tavola imbandita

Menù natalizio alternativo made #InEmiliaRomagna

Antipasti

Tagliere affettati misti
Tagliere formaggio misti
Scaglie di Grana Padano con gocce di Aceto Balsamico Tradizionale
Funghi di Borgotaro sottolio
Spuma di mortadella

Primi

Passatelli in brodo
Cappellacci di Zucca

Secondi

Arrosto di vitello accompagnato da cappelle di Funghi porcini al forno
Salama da sugo con purè di patate
Cotechino Modena 
Zampone Modena 

Dolci&Frutta

Pampepato 
Pere
Ciliegia di Vignola sotto spirito

Companatico&Condimenti

Coppia ferrarese Igp
Piadina Romagnola Igp
Olio extravergine di oliva Brisighella Dop
Olio extravergine di oliva Colline di Romagna Dop

Antipasti
Tagliere affettati misti
Nella Food Valley d’Italia la scelta è davvero ampia: dai i più noti Culatello di Zibello Dop e Mortadella Bologna Igp al gusto morbido e il profumo delicato della Coppa piacentina Dop e della Coppa di Parma Igp, dal sapore dolce e il fragrante aroma del Salame piacentino Dop e del Salame Felino Igp al sapore inconfondibile del Prosciutto di Parma Dop e del Prosciutto di Modena Dop oltre alla Pancetta piacentina Dop. Senza dimenticare quelli che sembrano meno autoctoni come Salamini italiani alla cacciatora Dop e Salame Cremona Igp che come da loro disciplinari vengono prodotti anche in regione.
Tagliere formaggio misti
Altro grande classico che può spaziare tra sapori più o meno stagionati.
Potrete scegliere tra il Formaggio di Fossa di Sogliano Dop, il Parmigiano-Reggiano Dop, il Grana Padano Dop e lo Squacquerone di Romagna Dop .
Anche per i formaggi ne segnaliamo un paio sempre prodotti in regione a dispetto del nome: la Casciotta d’Urbino Dop e il Provolone Valpadana Dop.
Scaglie di Grana Padano con gocce di Aceto Balsamico Tradizionale
Un classico per le tavole emiliane che potrebbe rivelarsi una gustosa scoperta per chi ancora non ha mai avuto il piacere di gustarlo.
Il Grana Padano può essere sostituito a vostro gusto con il Parmigiano Reggiano e per l’Aceto Balsamico Tradizionale c’è la possibilità di scegliere tra quello di Modena Dop o quello di Reggio Emilia Dop.
Funghi di Borgotaro sottolio
I sottolio non mancano mai in un antipasto delle feste che si rispetti: la nostra proposta vede il Fungo di Borgotaro IGP in una delle sue più tradizionali vesti.
Spuma di mortadella
Semplice visto che basterà tritare la mortadella nel mixer, amalgamare con besciamella, panna montata e pistacchi tritati fini. Per una mise un place scenografica  servitela, dopo averla fatta riposare in frigorifero per almeno 1 ora, creando ricci con la sac a poche.

Alcuni vini in abbinamento:
Gutturnio DOP
Colli di Parma DOP Malvasia
Lambrusco Salamino di Santa Croce DOP

Primi
Passatelli in brodo
Tipico piatto della tradizione romagnola a base di Parmigiano Reggiano da servire rigorosamente in brodo, meglio se di carne mista.
Anche la preparazione dei passatelli è di facile esecuzione: si impastano tutti gli ingredienti (pane grattugiato, Parmigiano Reggiano DOP, farina, uova intere, sale, pepe, noce moscata) fino ad ottenere una pagnotta morbida e omogenea e la si schiaccia con lo schiacciapatate (se non si ha l’apposito attrezzo) direttamente nel brodo per 4/5 minuti.
Cappellacci di Zucca
Alternativa asciutta sono i Cappellacci di zucca ferraresi Igp, tipico piatto del periodo invernale. Dalla forma tondeggiante, a imitazione del tipico cappello di paglia dei contadini, per gustare a pieno il sapore della zucca se ne consiglia un condimento semplice con burro fuso, salvia e Parmigiano a piacere anche se alcuni li preferiscono con un ragù di carne.

Vini in abbinamento:
Colli di Rimini DOP Rebola
Romagna Albana DOP
Bosco Eliceo DOP bianco

Secondi
Arrosto di vitello accompagnato da cappelle di Funghi porcini al forno
L’arrosto di vitello al forno è il classico secondo piatto delle feste e nella nostra proposta ovviamente parliamo di Vitellone bianco dell’Appennino centrale Igp accompagnato da uno sfizioso contorno di Funghi porcini al forno per cui si consiglia l’uso delle sole cappelle insaporite e aromatizzate. Il porcino di Borgotaro, dalla polpa carnosa e sapore aromatico, è il contorno ideale per un’alternativa davvero gustosa.
Salama da sugo con purè di patate
L’alternativa è la Salama o Salamina da sugo Igp, un salume molto particolare tipico del ferrarese citato già in una lettera di Lorenzo de’ Medici al Duca Ercole I d’Este, da servire rigorosamente con purè di Patata di Bologna Dop.

Immancabili 2 varianti per il Cenone dell’ultimo dell’anno:
Cotechino Modena Igp e Zampone Modena Igp sempre accompagnate da purè e/o lenticchie.

Vini in abbinamento:
Romagna DOP Sangiovese Superiore
Bosco Eliceo DOP Fortana
Lambrusco Grasparossa di Castelvetro DOP

Dolci&Frutta
Pampepato 
Prodotto da forno ricoperto da cioccolato il Pampapato o Pampepato di Ferrara Igp è un discente diretto della tradizione medioevale e rinascimentale di preparare, per il giorno di Natale, dei pani dolci arricchiti o pani speziati, con pochi grassi, per permetterne il consumo anche nei giorni di magro.
Pere
Frutta invernale per eccellenza, viste le numerose varietà della Pera dell’Emilia-Romagna Igp (Abate Fetel, Cascade, Conference, Decana del Comizio, Kaiser, Max Red Bartlett, Passa Crassana, Williams), siate certi che accontenterete tutti i commensali.
Ciliegie di Vignola sotto spirito
Visto la stagionalità, l’unico modo per gustare la Ciliegia di Vignola IGP a Natale è sotto spirito.

Vini da abbinare:
Colli di Parma DOC Spumante
Colli Piacentini DOP Vin Santo
Reno DOP Pignoletto Spumante

Companatico&Condimenti
Coppia ferrarese Igp
Piadina Romagnola Igp
Olio extravergine di oliva Brisighella Dop
Olio extravergine di oliva Colline di Romagna Dop

menù natalizio alternativo buone feste

Per il prossimo anno stiamo lavorando anche alla versione vegetariana 😉

Autore:

Sangue siculo – abruzzese, nata e cresciuta a Firenze, emiliano romagnola di adozione. Montanara inside da sempre da poco ha scoperto la sua passione anche per il mare…

Lascia un commento anche tu!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *