Travel Emilia Romagna

2

[Parlami di tER #1] I luoghi del fumetto in Emilia Romagna

n.dagostino 29/06/2011

Mostre, incontri, feste e picnic all’aperto: si potrebbe descrivere così ciò che l’Emilia Romagna ha offerto la prima metà dell’anno agli appassionati di fumetto. E il resto dell’anno promette di essere altrettanto pieno di appuntamenti.

Ma facciamo un passo indietro. Questo 2011 per il sottoscritto si è aperto nel modo migliore, con una visita ancora in periodo festivo a una bellissima mostra di Dino Battaglia a Reggio Emilia. Battaglia è uno dei maestri del fumetto italiano e durante dicembre e gennaio nella bella cornice dei Chiostri di San Domenico -a pochi passi dalla stazione ferroviaria- ha permesso di apprezzarne la maestria nel disegno e la capacità narrativa con una retrospettiva (gratuita) del lavoro fatto negli anni ’70 e ’80 adattando a fumetti celebri racconti di autori come Dickens e Edgar Allan Poe.

IMG_7083.JPGAlla fine di febbraio si è invece messa in moto l’enorme e coloratissima macchina di Bilbolbul, che per la quinta edizione si è confermata una delle manifestazioni più importanti per il fumetto in Italia. Bologna e dintorni non solo hanno ospitato mostre di autori come José Muñoz, Vanna Vinci e di altri ancora giovani e promettenti ma hanno permesso di fare la conoscenza con tantissimi disegnatori a incontri, dibattiti e alle tante sessioni di dediche disegnate, che si tengono nella centralissima e capiente Biblioteca Salaborsa.

In aprile si è invece tenuta la settima edizione di Fullcomics a cui non sono riuscito a partecipare ma che dopo una parentesi è tornata in Emilia-Romagna, a Piacenza, e ai fasti iniziali, almeno a leggere cronache e commenti.

IMG_7294.JPGIn maggio a rigor di logica andrebbero nominati alcuni degli incontri nelle fumetterie e librerie specializzate in giro per la regione, tra cui quello a Parma con Makkox e Squaz. La cosa che più mi ha colpito è stata però la visita a Forlì alla minuscola e stipatissima Fanzinoteca dell’amico Gianluca Umiliacchi. Da almeno un paio decenni Umiliacchi acquista, sostiene, cataloga e studia il panorama delle fanzine italiane (tra cui quelle sul fumetto) e il suo archivio è leggibile e consultabile da chiunque lo vada a trovare a Forlì.

Arriviamo così a giugno e a un doppio appuntamento. Lode a chi -nel corso della stessa giornata- è riuscito a essere prima a Reggio Emilia e poi a Modena, dove si sono tenute rispettivamente la quarta edizione del festival Picnic! e l’inaugurazione del Bonvi Parken.
IMG_0299.JPGIo mi sono dovuto limitare alla seconda. Limitare per modo di dire perché il programma è stato ricco ed esaltante, con tanti appassionati di ogni età e una città, Modena, che ha riconosciuto e celebrato la folle genialità di Bonvi, al secolo Franco Bonvicini, dedicandogli qualcosa di più che una mostra o una targa, ma un luogo fisico, popolato delle sue creature immaginarie.

Mentre scrivo queste righe siamo quasi a luglio e per chi legge (o passerà di qui in futuro) segnalo alcune cose in programma per i prossimi mesi.

Tra qualche giorno direi che la meta è decisamente Rimini, e non solo per le sue spiagge o per la Notte Rosa ma per l’accoppiata Cartoon Club/RiminiComix che con incontri, proiezioni e mostra mercato si rivolgono sia agli appassionati di animazione che quelli di fumetto.

A ottobre se siete a Bologna può valere la pena fare un salto al Parco Nord per la consuete Mostra mercato del fumetto Bologna Comics. Consiglio però di tenere d’occhio anche un luogo un po’ fuori dalle rotte usuali, Castel Del Rio. È qui che per diverso tempo ha vissuto (e lavorato) un altro grande maestro emiliano-romagno, Roberto Raviola, meglio noto come Magnus. Negli ultimi anni, contestualmente alla Sagra del marrone per cui Castel del Rio è noto si sono tenute delle “giornate del fumetto” incentrate su Magnus e altri autori italiani.

Ultimo appuntamento è probabilmente quello di inizio dicembre con la Mostra mercato dell’ANAFI a Reggio Emilia ma comunque anche a Parma, Faenza e persino a Imola in vari periodi dell’anno si tengono mostre mercato minori che potrebbe valere la pena visitare. A voi la scelta.

Nota: per avere un quadro generale dei luoghi del fumetto in Emilia Romagna e constatare la ricchezza dell’offerta ho creato una mappa su Google Maps con alcuni degli appuntamenti citati.

——

Nicola D’Agostino è articolista, traduttore, grafico e webdesigner, curatore editoriale e docente, esperto (e se necessario consulente) su materie quali Apple, Mozilla, Internet, “web 2.0″, hacking, musica, comunicazione, fumetto e storia dell’informatica. È nato a Bratislava, cresciuto a Pescara e vive in Emilia Romagna: si considera un cittadino Europeo.
Il suo sito web è www.nicoladagostino.net

Tagged with: ,

Comments (2)

  1. Pingback: NicolaDAgostino.net » Il fumetto in Emilia Romagna: la mia mappa

  2. Pingback: Parlami di tER | Travel Emilia Romagna

Leave a Comment

Login to your account

Can't remember your Password ?

Register for this site!