EmptyTeatroER | Il Teatro Valli di Reggio Emilia

 | 

EmptyTeatroER | Il Teatro Valli di Reggio Emilia


Tempo stimato di lettura: Meno di un minuto

Con l’anno nuovo tornano gli appuntamenti di EmptyTeatroERe il protagonista di questa prima tappa del 2017 è stato il Teatro Valli di Reggio EmiliaPochi fortunati fotografi che, insieme agli Instagramers Reggio Emilia , hanno potuto cogliere i dettagli e le prospettive degli angoli più segreti del teatro.

Il Teatro Valli di Reggio Emilia è un teatro d’opera e di concerti realizzato negli anni 1852-1857 in Piazza dei Martiri, nello spazio urbano occupato dall’antica cittadella.
Dispone di una biblioteca, specializzata in musica e spettacolo, di un archivio video-sonoro-fotografico e della discoteca e nastroteca “Agosti”, che ospita una raccolta storica tra le più consistenti in Italia. Il Teatro vanta inoltre un altro primato: il 29 aprile del 1961 debuttò qui Luciano Pavarotti, interpretando il ruolo di Rodolfo ne La Boheme.

Ecco alcuni degli scatti realizzati durante la visita:

  • Ecco il Teatro Valli che apre le sue porte per EmptyTeatroRE
    Foto di @igersemiliaromagna

  • Teatro Valli
    Foto di @morantedavide

  • Campane
    Foto di @waxpixx

  • Meraviglia
    Foto di @waxpixx

  • Tetto
    Foto di @Chef_claus

  • Above the stage.
    Great meeting at #teatrovalli this morning…
    Foto di @Widolvan

  • Foto di @viktorialillemore

  • Palco
    Foto di @vickyorialillemore

  • Foto di @emilyk77

  • Ecco il gruppo di igers in visita al maestoso #teatrovalli per l’#EmptyTeatroER!
    Foto di @igersreggioemilia

  • Magic
    Foto di @matitablu

  • Foto di @pavani.stefano

  • Foto di @pavani.stefano

  • Stagefright… or #emptyteatrovalli in Reggio Emilia?!? RawrYeah, T-Friends that was amazing to visit this wonderful #emptytheater !
    Foto di @osnuflaz

  • L come LAMPADARIO anche noto col nome di ASTROLAMPO.
    Oggi assistiamo alla speciale occasione di vederlo nella sala posta al di sopra della platea, causa lavori di manutenzione. Il grande lampadario è alto 3.75 m e fu il primo luogo ad essere illuminato a gas, occasione per cui la città si dotò di un impianto apposito e venne sostituita la vecchia e pericolosa illuminazione con lumi ad olio o a candele tipica dei teatri dell’epoca.
    Foto di @turismoreggioemilia

  • Foto di @viktorialillemore

  • Foto di @viktorialillemore

  • Foto di @viktorialillemore

  • Red
    Foto di @gabriunderspirit

  • #TeatroValli: dietro il sipario, sul ballatoio, per fotografare la macchina che riproduce l’effetto della pioggia
    Foto di @soniagambarati

  • Igers in soffitta, ossia nella “Sala dei pittori”, dove venivano dipinte le scene e calate, tramite apposite feritoie, sul fondo del palcoscenico
    Foto di @soniagambarati

  • La sala azzurra del ridotto, spazio caffetteria
    Foto di @soniagambarati

  • “Finalmente domenica” alla Sala degli specchi del #TeatroValli
    Foto di @soniagambarati

  • La Sala dei Pittori (si trova nel sottotetto sopra la Volta) è qui che venivano dipinte le scene.
    Foto di @liviana_f

  • Igers a confronto
    Foto di @soniagambarati

Autore:

Explorer and adventurer: loves to surf the Oceans, climb the Mountains and ride on the deep web.

Lascia un commento anche tu!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *